Chi voleva comprare un’auto lo farà comunque

L’acquisto è solo rimandato: chi voleva comprare un’auto lo farà comunque. Una indagine condotta dal centro studi di Autoscout24 testimonia che sul settore delle auto usate non ci saranno ripercussioni per colpa del coronavirus. Dal sondaggio solo il 3% ha cambiato idea di comprare un’auto usata.

I motivi

Secondo quanto riporta la nota di Autoscout24, uno dei principali portali europei di compravendita di auto e moto, i motivi sono legati a timore di perdere il lavoro e di non guadagnare più come prima.

Cosa si sta facendo in quarantena

In questo periodo di resto a casa, tutti si stanno aggiornando tramite il web delle offerte in modo che non appena la situazione si stabilizzerà si andrà in concessionaria a comprare l’auto. Questa tendenza fa tirare un sospiro di sollievo al settore che ha dovuto registrare nel mese di marzo un calo sensibile di passaggi di proprietà. Nel registro dell’Aci il calo è stato del -59,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le nuove soluzioni delle piattaforme digitali con le vetrine delle auto usate sono state letteralmente prese d’assalto per fare i confronti e le disponibilità sul mercato.

Quanto si spende

Il budget per acquistare l’auto sarà rivisto per il 42% poiché c’è la paura per il futuro e si vuole spendere di meno in modo da avere più soldi sul conto corrente. L’importante è chi voleva comprare un’auto lo farà comunque.

Per comprare un’auto usata si spenderà massimo 10mila euro per il 28% degli intervistati, fino a 15mila per il 20% così come per quelli che vogliono spendere tra 16mila a 20 mila euro. Sorprende che il 34% vuole andare oltre i 21mila euro.

Quanto inciderà l’economia del Paese

Dall’indagine emerge che gli italiani continuano ad essere fiduciosi e non vogliano smettere di fare progetti. Ma inciderà su questo umore l’andamento dell’economia del Paese nei prossimi mesi. Il recente lockdown ha inferto un colpo alle vendite di auto ma per fortuna chi voleva comprare un’auto lo farà comunque.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te