Chi sta vincendo sui mercati? Le azioni da comprare

Borse internazionali divise tra Usa ed Europa. Chi sta vincendo sui mercati? Le azioni da comprare.

I titoli da comprare a Piazza Affari

Gli indici si dividono. Nel primo caso gli Usa dove si nota una generale debolezza, nel secondo l’Europa più spumeggiante. Chi sta vincendo sui mercati? Le azioni da comprare a Piazza Affari sfruttano un +1,3% non più tardi delle 15.45. Oltre ai rating buy degli analisti. Nello specifico, da Equita, si distingue un lungo report di buy su alcuni titoli come, ad esempio, Acea (target price fissato a 17,80 euro), Creval (6,20 euro), Enel (8,10 euro), Leonardo (9,50 euro), Mediobanca (9 euro) e Intesa SanPaolo (2,20 euro). Da ricordare anche l’accumulate di Banca Akros su Atlantia (target 17 euro). Interessanti anche i rating di Banca Imi su Mediobanca (target a 9,90 euro) e Rai Way (6,30 euro).

Le azioni da comprare a Wall Street

Qualche minuto dopo l’apertura il mercato Usa registra indici deboli. Qualche minuto prima delle 16 (ora italiana) i tre indici maggiori oscillano tra territorio positivo e negativo aleggiando intorno alla parità, senza convinzione. Guardando ai rating degli analisti sulle azioni da comprare a Wall Street, spicca la conferma dell’Overweight di Amazon da parte di Morgan Stanley con un aumento sul target a $ 2,800 da $ 2,600. Conferma anche del buy di Deutsche Bank su Snap Inc. (NYSE: SNAP). Anche in questo caso il target price è stato aumentato a $ 24 da $ 18.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Gli eventi più importanti nel calendario economico

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati. Tra i dati macro da segnalare per oggi, i dati PMI manifatturieri europei e statunitensi di maggio (migliori delle attese) con un 39,4 per il primo e 39,8 per il secondo. Bene anche il PMI Caixin cinese oltre 50 punti, (50,7 per la precisione). Domani, invece, occhi puntati per lo più sul dato M4 e i crediti al consumo di aprile, entrambi della Gran Bretagna

  

  

   

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.