Chi soffre di ansia riconoscerà subito questi dubbi ma le risposte della scienza potrebbero stupire

Le persone che soffrono di ansia patologica, disturbo da panico e altri problemi simili tendono ad avere una percezione molto simile di certi aspetti della loro vita. Molti psicologi e psicoterapeuti sono concordi nel dire che i pazienti fanno loro più o meno le stesse domande.

Su ProiezionidiBorsa gli Esperti della Redazione si sono più volte occupati dell’argomento, sempre con una raccomandazione importantissima da non dimenticare: in caso di dubbi bisogna sempre rivolgersi a uno specialista. Gli articoli online descrivono alcune situazioni, fanno divulgazione e sono molto generici: nessuno di questi può sostituire l’intervento di uno psicologo o di un medico.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Questo, però, non vuol dire che non si possa continuare a leggere, anche solo per curiosità! Infatti, chi soffre di ansia riconoscerà subito questi dubbi ma le risposte della scienza potrebbero stupire.

Tre dubbi comuni

Sicuramente qualcuno dei Lettori avrà riconosciuto queste sensazioni. Bisogna anzitutto partire dal presupposto per il quale l’ansia è una sensazione molto pesante, difficile da gestire. Una specie di mostro minaccioso e invincibile. L’ansia può provocare pesantezza al petto, stomaco chiuso, sudori freddi, può perfino togliere il fiato. Ma si tratta sempre di sensazioni mentali che provocano poi effetti somatici.

“Si può morire d’ansia?”. In primo luogo è importante capire che morire d’ansia è molto, molto difficile. L’ansia acuta presenta sintomi molto estremi, e i sintomi connessi possono essere molto spaventosi tra i quali tremori e palpitazioni, tanto da spingere ad andare al pronto soccorso. Ebbene, quando si subisce un attacco d’ansia tali sintomi possono fuorviare e preoccupare, ma di fatto non c’è un reale pericolo.

L’inganno dell’ansia

“L’ansia fa impazzire?”. Soffrire d’ansia non vuol dire impazzire. Di ansia non si diventa pazzi. Ma quando si riconoscono i sintomi, sarebbe opportuno recarsi quanto prima da uno specialista per cercare aiuto ed evitare che il disturbo si cronicizzi. L’ansia si comporta in maniera subdola e si può trasformare nella spiacevole sensazione di non avere più il controllo delle proprie reazioni, comportamenti ed emozioni.

“Si può svenire?”. Non è possibile svenire durante un attacco d’ansia. Durante questi episodi, la pressione tende, infatti, a salire: questo vuol dire che perdere i sensi è impossibile, nonostante le sensazioni fisiche che si possono provare. Non bisogna lasciarsi ingannare da queste ed è necessario capire che la paura di svenire è una falsa sensazione.

Sicuramente chi soffre di ansia riconoscerà subito questi dubbi ma le risposte della scienza potrebbero stupire.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te