Chi si ferma al semaforo giallo ha la stoffa di una spia della CIA, ecco perché

È da poco disponibile il libro ‘Life Undercover: Coming of Age in the CIA’. Si tratta della biografia dell’ex spia americana Amaryllis Fox. Una storia dalla quale emergono pratiche e addestramenti degli 007 americani e alcune interessanti curiosità.

ProiezionidiBorsa TV

Per diventare una spia bisogna essere persone molto al di sopra della media, ma rimanere tali per tutta una vita richiede addestramento ferreo e un’abitudine a certe routine che non se ne andrà mai. Anche nelle cose più semplici e ordinarie come rispettare il codice della strada.
Chi si ferma al semaforo giallo ha la stoffa di una spia della CIA, ecco perché.

La copertura perfetta

La Fox ha raccontato che grazie all’addestramento gli agenti riescono a interpretare così bene la loro copertura da superare i test della macchina della verità. Oltre a sviluppare occhio per i luoghi d’appostamento, gestire i pedinamenti e molto altro.

Nella vita di una spia, cose ordinarie come segnetti di gesso e pastiglie antiacido diventano segnalatori di luoghi perfetti per effettuare scambi poco leciti. Lontano da occhi indiscreti, ma non così tanto da destare sospetti. Cose che, racconta la Fox, rimangono anche nella vita civile. Assieme ad altre piccole idiosincrasie come sedersi sempre con un muro alle spalle nei ristoranti e non perdere mai di vista ingressi e uscite di un locale.

Chi si ferma al semaforo giallo ha la stoffa di una spia della CIA, ecco perché

 Ma cosa c’entra il semaforo giallo? Ebbene, la Fox ha spiegato che per assicurare il successo delle missioni viene insegnato alle future spie come non farsi scoprire a propria volta, quando si capisce di essere pedinati. Non si deve mai, in nessun caso, attirare l’attenzione del pedinatore né farlo innervosire con tentativi di seminarlo.

Al bando le azioni da film, dunque: proteggere la copertura è fondamentale, non bisogna attirare l’attenzione e – in sostanza – essere noiosi, banali, tenere un profilo basso è la cosa più importante da fare. E dunque bisogna guidare coscienziosamente, rispettando le regole del codice della strada e perfino fermarsi ai gialli, rischiando di far innervosire invece gli automobilisti più… spericolati!

Consigliati per te