Chi scarta le foglie esterne del finocchio fa un errore imperdonabile perché con appena 5 ingredienti possiamo trasformarle nel risotto più cremoso dell’anno

Chi ama cucinare le verdure e gli ortaggi si trova, spesso, davanti a una questione. Cosa fare con le parti di scarto o con quelle più dure? La prima tentazione è quella di buttarle. O, al massimo, di metterle nella compostiera per preparare il concime per le piante. In realtà, con alcuni piccoli trucchetti, possiamo trasformarle in ricette gustose. Qualche giorno fa, abbiamo visto come riutilizzare i gambi del prezzemolo. Oggi ci dedicheremo a un ortaggio consumatissimo in questo periodo: il finocchio. E chi scarta le foglie esterne del finocchio sbaglia davvero tutto. Il motivo è che, abbinate a pochi prodotti che abbiamo in dispensa, possono diventare l’ingrediente segreto per un risotto invernale che ci farà impazzire.

Gli ingredienti per il risotto con le foglie esterne del finocchio

Abbiamo appena cucinato uno sfizioso sformato di finocchio? Oppure un’insalata invernale con questo straordinario ortaggio? Non buttiamo le foglie esterne. Ce ne serviranno 200 grammi come ingrediente segreto per il nostro risotto.

A queste aggiungeremo:

  • 320 g di riso;
  • 1 cipolla;
  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • 1 dado vegetale;
  • 50 g di grana grattugiato;
  • olio, sale e pepe per condire.

Chi scarta le foglie esterne del finocchio fa un errore imperdonabile perché con appena 5 ingredienti possiamo trasformarle nel risotto più cremoso dell’anno

Abbiamo già lavato i finocchi e sono avanzate le foglie. Tagliamole a listarelle e, poi, procediamo tritando finemente la cipolla.

È il momento di iniziare a preparare il risotto. Prendiamo un tegamino con mezzo litro d’acqua e facciamo sciogliere dentro il dado vegetale. Mentre aspettiamo, prendiamo una casseruola, inseriamo due cucchiai d’olio e il trito di cipolla, e facciamo scaldare per 5 minuti a fuoco basso. Trascorso questo tempo, aggiungiamo le foglie di finocchio e facciamole insaporire per un paio di minuti.

Il brodo dovrebbe essere pronto. Incorporiamolo nella casseruola e copriamola. Non appena il brodo è evaporato, uniamo il riso e facciamolo cuocere per 2 minuti a fuoco alto. Il tutto mescolando sempre con un cucchiaio di legno.

Bagniamo il riso con il vino, mischiamo ancora e facciamolo evaporare. Adesso arriva la fase più delicata. Abbassiamo la fiamma e cuociamo il riso, aggiungendo un mestolo di brodo alla volta. In 15 minuti il risotto dovrebbe essere pronto. Insaporiamo con pepe e sale, cospargiamo con il grana grattugiato e mischiamo per un paio di minuti.

Non appena il risotto è cremoso al punto giusto, serviamo ben caldo. Prepariamoci a ricevere gli applausi di tutti.

Approfondimento

Chi butta la buccia del kiwi sta sbagliando tutto, ecco come riciclarla in cucina e per pulire pavimenti e piatti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te