Chi può richiedere un prestito all’INPS

C’è sempre bisogno di soldi, magari per fare quella ristrutturazione a casa rinviata da tanto tempo. E, ci sono delle opportunità di finanziamento particolarmente convenienti erogate direttamente dall’INPS. Ma chi può richiedere un prestito all’INPS?

Il prestito INPS è una forma di finanziamento a tasso agevolato riservato a coloro che sono iscritti ad una delle gestioni INPS. I destinatari sono pensionati, dipendenti pubblici o dipendenti di Poste Italiane, ma vediamo nel dettaglio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Prestiti ai pensionati

Il primo prestito INPS di cui parlare è la cessione del quinto. Questa forma di credito è riservata esclusivamente ai pensionati.
La durata non può superare i dieci anni.  La rata non può eccedere il quinto della pensione mensile. Quindi, l’importo massimo che è possibile richiedere dipende dall’importo netto percepito.
Le rate da restituire vengono trattenute direttamente dalla pensione.

Ai dipendenti di Poste Italiane

Il Piccolo Prestito Gestione Fondo Credito Poste Italiane è invece, una cessione del quinto riservata ai dipendenti in servizio di Poste Italiane.
L’importo finanziabile può arrivare fino alla somma di 8 mensilità nette da restituire in massimo 4 anni.
Se si ha bisogno di una durata più lunga, c’è il Prestito Pluriennale sempre riservato esclusivamente ai dipendenti di Poste Italiane che può essere restituito in 5 o 10 anni.

Prestiti agli insegnanti e ai direttori scolastici

Per gli insegnanti e i direttori delle scuole primarie e dell’infanzia statali invece c’è il Piccolo Prestito Gestione Assistenza Magistrale.
L’importo massimo è di due mensilità e deve essere restituito con un piano di ammortamento non superiore a 24 mesi.

Ai dipendenti pubblici

Tutti i dipendenti pubblici, quindi qualunque sia l’ente per il quale lavorano, possono richiedere il Piccolo Prestito Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.
In questo caso è prevista una sorta di graduatoria, quindi si viene ammessi al godimento di tale prestito in relazione ai fondi di anno in anno disponibili.
Particolarmente conveniente risulta invece il Prestito Pluriennale Garantito con il Fondo Prestazioni Creditizie e Sociali dell’INPS.
Questo può essere richiesto dai dipendenti pubblici direttamente agli istituti di credito convenzionati con l’INPS.
La particolarità è data dal fatto che esso è garantito attraverso il fondo citato che interviene in caso di morte del dipendente/debitore o in caso di perdita del lavoro.

Simulazione per chi può richiedere un prestito all’INPS

L’INPS comunque, mette a disposizione sul proprio sito un servizio per individuare l’importo massimo che si può ottenere dal finanziamento e il piano delle rate da restituire.

Consigliati per te