Chi mangia i biscotti guadagna 3.300 euro al mese 

Se ti piacciono i biscotti e ne distingui le qualità, ti aspetta un salario di 3.300 euro al mese. Certamente la proposta così com’è interessa molti. Ma, possiamo aggiungere: mangia biscotti e guadagna 3.300 euro al mese, se non hai problemi di glicemia e simili.

Un esempio di lavoro interessante

Una ditta scozzese stava cercando un assaggiatore e propositore di biscotti. Lo scopo? Rendere il suo biscottificio più competitivo. Si trattava, in effetti, non solo di assaggiare i biscotti già in produzione per migliorarli, ma anche di crearne di nuovi. In pratica si cercava una persona che unisse non solo la passione per i biscotti ma anche una certa preparazione professionale nel campo. Una proposta allettante per chi ha le competenze giuste.

Chi mangia i biscotti guadagna 3.300 euro al mese. Qualità per candidarsi

I candidati, naturalmente, dovevano possedere tutte quelle caratteristiche necessarie per quel lavoro. Come  parlare la lingua inglese, possedere una laurea in Scienze dell’alimentazione o equivalente. Inoltre dovevano avere dell’esperienza pregressa nel settore dei prodotti da forno.

Lavori un po’ strani e ben pagati

Ma tra i lavori un po’ strani e ben pagati, oltre all’assaggiatore di biscotti c’è anche l’assaggiatore di uova di Pasqua ricercati da una catena di famosi  negozi in America.

Se si gira un po’ nel web s’incontra anche la richiesta per uno scrittore di bigliettini augurali da mettere nei celebri biscotti cinesi della fortuna. Lavoro letterario e di fantasia.

Ma ci sono anche altri lavori che permettono di vivere in posti interessanti e guadagnare abbastanza. Come il lavoro di testare gli alberghi di lusso, verificando tutto quello che c’è nella struttura. Piscina inclusa.

L’assaggiatore di patatine fritte in America frutta qualcosa come 35.000 dollari l’anno. In Cina si cercano coloro che si prendono cura dei panda, animali simpaticissimi, ma che hanno bisogno di coccole continue. Il salario non è da scartare: 32.000 dollari all’anno.

Il mondo è pieno di possibilità di lavoro, a volte anche un po’ stravaganti. Perché non provare?

Consigliati per te