Chi lavora da casa potrebbe infettarsi con questo pericoloso malware che minaccia la privacy

Tutti gli smart workers dovrebbero fare molta attenzione a questo articolo. C’è infatti un nuovo malware in giro per la rete, che sta sfruttando nuovi canali per diffondersi e infettare quanti più computer possibile. Incredibile a dirsi, ma proprio chi lavora da casa può incappare in questo software maligno con più facilità.

Si parla di un programma in grado di infiltrarsi nel computer, rubare dati personali – ma soprattutto password e credenziali di account – e, ancora peggio, di installare sul pc colpito dei subdoli programmi in grado di distruggere completamente e lentamente sia le prestazioni che l’hardware stesso. Un vero disastro. Ma di che si tratta e perché chi lavora da casa potrebbe infettarsi con questo pericoloso malware che minaccia la privacy?

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

La novità principale di questo pericoloso nuovo software dannoso scoperto da Bitdefender è la sua nuova tipologia di diffusione. Nel campo della sicurezza informatica si è infatti abituati a campagne di ‘infezione’ che si basano su tecniche note come il phishing. Questa volta, però, i malintenzionati hanno davvero superato sé stessi. MosaicLoader, così si chiama il novo malware, sfrutta per diffondersi la pubblicità online. Ogni volta che qualcuno cerca di scaricare un programma pirata tramite un motore di ricerca, invece di acquistarlo direttamente dal produttore, MosaicLoader potrebbe sfruttare la cosa per ‘intrufolarsi’ nel pc del malcapitato.

Chi lavora da casa potrebbe infettarsi con questo pericoloso malware che minaccia la privacy

Potrebbe sembrare assurdo, ma questa pratica è molto utilizzata dagli smart workers che intendono sopperire alla mancanza di dotazione software dell’azienda per cui lavorano. Molti hanno scaricato almeno una volta un programma piratato o uno crackato per ‘salvarsi’ e rispondere ad alcune necessità lavorative. Ebbene, MosaicLoader sfrutta proprio questo. Tra le sue distruttive capacità c’è anche quella di installare sul pc colpito dei software di mining per criptovalute all’insaputa del proprietario. Questo significa, come si diceva in precedenza, che il pc verrà sfruttato per minare in background valute virtuali con una consistente riduzione delle prestazioni e, a lungo andare, un logoramento prematuro dell’hardware.

Come difendersi, allora? Beh, anzitutto basta evitare di avvalersi di software pirata. Ci sono tantissime alternative gratuite, di cui anche ProiezionidiBorsa si occupa spesso, che consentono di ottenere ottimi risultati facendo le stesse cose delle controparti a pagamento. E poi, è importantissimo tenere sempre attive e aggiornate le difese del proprio computer: quindi, antivirus, firewall e tutti gli ultimi aggiornamenti di sicurezza.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te