Chi ha un cane deve fare estrema attenzione a questa cosa

Molti di coloro che hanno un cane ovviamente tengono moltissimo al loro animale domestico. Alcune volte ci piace anche viziarli, con giochi, coccole e buon cibo. Per loro scegliamo sempre il cibo migliore, ce ne occupiamo facendoli giocare e portandoli a passeggio, addirittura li facciamo dormire con noi. Ma siamo davvero informati su tutto ciò che può fare male ai nostri amici a quattro zampe? Chi ha un cane deve fare estrema attenzione a questa cosa.

Attenzione a possibili intossicazioni o avvelenamenti

Quando abbiamo un cane non bisogna solo fare attenzione al cibo che mettiamo in tavola e che potrebbero mangiare, come spiegato in questo articolo. Infatti anche le piante possono risultare pericolose per i nostri amici. A volte sono solo alcune parti delle piante ad essere tossiche, altre volte è la pianta intera.

Dobbiamo fare davvero molta attenzione alle piante, perché possono trovarsi ovunque. A volte le teniamo in casa, in terrazza o in giardino, mentre molte altre si trovano direttamente in natura. Al mondo le piante tossiche e velenose per i cani sono davvero molte. Oggi però noi Esperti di ProiezionidiBorsa ci concentreremo solo su quelle che si trovano più facilmente nelle nostre zone.

In qualsiasi caso se temiamo che il nostro cane abbia ingerito una pianta potenzialmente tossica chiamiamo subito il nostro veterinario di fiducia.

Le piante pericolose

Chi ha un cane deve fare estrema attenzione a questa cosa, cioè le piante potenzialmente tossiche per i nostri amici.

Tra le più conosciute troviamo: aglio, agrifoglio, aloe, azalea, begonia, bosso, cactus, canapa, calla, ciclamino, cipolla, edera, fagioli, fave, felce, ficus, giglio, glicine e iris. Ma ci sono anche: mughetto, narciso selvatico, nicotina, oleandro, ortensia, ortica, patate, petunia, pothos, primula, rododendro, sambuco, stella di natale, tasso, tulipano, vischio e yucca.

Le piante tossiche e velenose per i cani non sono però finite qua. Tra quelle meno conosciute infatti troviamo anche: aconito, amarillide, anemone, anturium, atropa belladonna, bella di notte, cicuta, colchico, crocus, cycas revoluta, dafne e datura. E inoltre: dieffenbachia, digitale, elleboro, euforbia, filodendro, giada, giusquiamo, gladiolo, kalanchoe, lauroceraso, mandragora, monstera, ranuncolo, ricino, solano, spatifillo e uccello del paradiso.

Consigliati per te