Chi ha diritto all’indennità di accompagnamento INPS 2021

Quali sono i requisiti per ricevere l’assegno di accompagnamento nel 2021? In quali casi la persona che necessita di assistenza può presentare la domanda all’Istituto di Previdenza Sociale? Vediamo qui di seguito chi ha diritto all’indennità di accompagnamento INPS 2021.

Che funzione ha l’indennità di accompagnamento

L’Indennità di accompagnamento è una prestazione di tipo assistenziale che si garantisce alla persona che versa in uno stato di handicap grave e totale inabilità. Essa segue quanto disciplina la Legge n.18 dell’11 febbraio 1980. è infatti una indennità che si eroga in favore degli invalidi civili totalmente inabili per cause connesse e minorazioni fisiche o psichiche. Le persone che versano in tale condizione hanno spesso necessità di un accompagnatore in quanto impossibilitate a deambulare o svolgere le azioni quotidiane. Tale tipologia di assistenza, come è possibile immaginare, richiede dei costi e delle spese di ordine superiore a chi possiede invalidità di ordine minore. È per tale ragione che l’INPS riserva un sussidio di natura economica a questi soggetti. Per sapere chi ha diritto all’indennità di accompagnamento INPS 2021, è utile comprendere la logica che regola tale provvidenza ed i requisiti che impone l’INPS.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Con quali requisiti si ottiene l’assegno di accompagnamento INPS

Differentemente da quanto accade per altre tipologie di trattamenti INPS, l’indennità di accompagnamento non prevede un limite di reddito. Che significa? Se, ad esempio, per ottenere la pensione di invalidità si deve rientrare in un certo margine di reddito, la stessa regola non si applica all’accompagnamento. Inoltre, sempre a differenza della pensione di invalidità che si blocca al compimento del 67° anno, per l’accompagnamento tale limite non è previsto. Queste sono alcune condizioni che descrivono la possibilità di accesso all’assegno e per sapere chi ha diritto all’indennità di accompagnamento INPS 2021.

Relativamente ai requisiti, possiamo classificare questi secondo due tipologie: una di tipo anagrafico-residenziale ed una di tipo sanitario. Per quanto riguarda la prima tipologia di requisiti, l’indennità 2021 spetta: ai cittadini italiani; ai cittadini extracomunitari che possiedono regolare permesso di soggiorno da almeno un anno; a cittadini comunitari che risultano regolarmente iscritti all’anagrafe del Comune di residenza. Per quanto concerne l’aspetto sanitario, il richiedente deve dimostrare di essere un invalido civile totale, quindi invalido al 100%.

La sola invalidità totale però non fa scattare automaticamente il diritto all’accompagnamento. Deve inoltre essere presente la non autosufficienza della persona. È il caso dell’impossibilità a deambulare o a svolgere le funzioni proprie dell’età e della vita senza l’intervento di assistenza. Soltanto con tali requisiti è possibile inoltrare domanda all’INPS. Chiunque fosse interessato a sapere quale iter seguire per la presentazione dell’istanza, può seguire le istruzioni guida per la richiesta di accompagnamento presenti qui.

Consigliati per te