Chi fa queste cose quando coltiva la rucola potrebbe fare un colossale errore e compromettere il raccolto per tutta l’estate

Fresca e allo stesso tempo pungente, la rucola è una pianta esclusivamente aromatica, che cresce in modo spontaneo in tutto il Mediterraneo. Il suo nome scientifico è Eruca Sativa e appartiene alla famiglia delle Cruciferae e le sue origini risalgono alla zona dell’Asia Occidentale. Grazie alle sue proprietà, la rucola è oggi un ingrediente molto diffuso nell’alimentazione salutista. Remineralizzante, ricca di ferro e potassio, la rucola ha anche effetti diuretici, proprietà digestive e disintossicanti. Un alimento indispensabile per il nostro benessere a cui non si dovrebbe mai rinunciare. Naturalmente quella che si trova in busta nei banchi del supermercato, già prelavata, perde parte dei suoi benefici.

E allora perché non pensare di piantarla in casa?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La rucola, infatti, è una pianta molto resistente e semplice da coltivare e si adatta bene alla piantumazione nel terreno, ma anche in semplici vasi da tenere in balcone.

Nonostante questo presupposto, come qualsiasi pianta, ha bisogno di piccoli accorgimenti per non veder persa tutta la fatica investita.

Chi fa queste cose quando coltiva la rucola, infatti, potrebbe fare un colossale errore e compromettere il raccolto per tutta l’estate: seminare a spaglio

Anche se è la tecnica più usata, è anche quella che non garantisce i migliori risultati. È da preferire, infatti, la semina a file: l’interfila sarà in buona parte occupata dallo sviluppo delle foglie. L’ideale è seminare 1 gr di rucola per mq: subito dopo aver seminato, si dovranno ricoprire i semi con mezzo centimetro di terriccio da semina. Basterà compattare con le mani aperte e bagnare il substrato così da mantenerlo umido.

Seminare in zone ombrose

Anche la rucola, come qualsiasi pianta, necessita dei raggi solari per attivare la fotosintesi clorofilliana: un grande errore sarebbe quello di coltivarla in zone d’ombra. La rucola predilige, infatti, le zone in pieno sole o al massimo a mezz’ombra.

Annaffiare troppo

La rucola non necessita di molta acqua: apporti idrici abbondanti favoriscono, infatti, marciumi e ristagni. Il segreto è intervenire solo se è necessario.

Trapiantare

La rucola è una pianta che va piantata sempre e direttamente a dimora: mai provare a trapiantarla! Le conseguenze potrebbero essere letali con il rischio di perdere tutto.

Da oggi attenzione a quando si coltiva la rucola perché chi fa queste cose potrebbe fare un colossale errore e compromettere il raccolto per tutta l’estate.

Approfondimenti

Svelato il segreto usato dai contadini più esperti per avere un orto rigoglioso e ricco senza inutili sprechi di acqua.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te