Chi dice che a gennaio non possiamo dedicarci alle piante sbaglia di grosso perché possiamo avere grandi soddisfazioni

Sarà anche vero che l’inverno ferma la natura che va in letargo, così come molti animali. Ma, nonostante inverni freddi come questo, chi dice che a gennaio non possiamo dedicarci alle piante sbaglia di grosso perché possiamo avere grandi soddisfazioni. Soprattutto con le piante aromatiche e le verdure da cucina, anche estremamente salutari. Qualche esempio? Cipolla, aglio, basilico e cetrioli solo per citare i più usati e famosi. E, tutti benefici per la nostra salute. Vediamo nello specifico come comportarci nell’articolo dei nostri Esperti.

Un mese freddo ma in rampa di lancio

Ovviamente non possiamo pensare di seminare e coltivare sotto la neve, ma gennaio è il mese perfetto per seminare, per poi magari trapiantare. Ci sono piante che hanno bisogno del cosiddetto semenzaio riscaldato, quindi una serra o una copertura, ma anche quelle libere. Ecco qualche esempio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Semine scoperte

Tra le semine libere, che non hanno bisogno di copertura, possiamo trovare:

  • aglio;
  • piselli;
  • cipolla;
  • carciofo;
  • scalogno.

Nel semenzaio riparato ecco invece:

  • insalata;
  • carote;
  • pomodori;
  • melanzane;
  • peperoncino.

I consigli degli esperti

Chi dice che a gennaio non possiamo dedicarci alle piante sbaglia di grosso perché possiamo avere grandi soddisfazioni per il nostro orto di casa. Ricordiamo di piantare gli spicchi d’aglio direttamente nell’orto e nella terra, così come i bulbi della cipolla. Per avere in primavera un ottimo basilico per il nostro pesto, seminiamolo in un semenzaio coperto e riscaldato.

Se desideriamo i cetrioli per i nostri piatti freddi e le insalate d’estate, ecco che la fine del mese è il momento migliore per la semina. Possibilmente utilizzando dei vasetti o dei piccoli contenitori. Stesso metodo anche per pomodori e zucchine, ma a differenza dei cetrioli, pomodori e zucchine dovremo rigorosamente inserirli in un ambiente caldo e riscaldato.  E, una volta che avremo un orto florido e ricco, potremo dedicarci a qualche ricetta sfiziosa come quella che suggeriamo nell’approfondimento.

Approfondimento

Ecco come i messicani riciclano le verdure e unendole ai fagioli creano una zuppa speciale

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te