Chi butta le bucce dei limoni spremuti sbaglia di grosso perché non sa cosa si perde

Il limone è uno degli agrumi più famosi ed apprezzati sia per l’utilizzo in cucina, che per altro. Infatti, tantissime persone stanno coltivando la pianta di limone per avere i suoi frutti sempre a disposizione. Con le giuste tecniche ed i giusti concimi naturali, infatti, è possibile far crescere questa pianta in modo rigoglioso.

Comunque sia, dato il frequente utilizzo in cucina del suo succo, molte volte le bucce finiscono in pattumiera.

Chi butta le bucce dei limoni spremuti sbaglia di grosso perché non sa cosa si perde

Gli usi alternativi, come vedremo nelle prossime righe, sono praticamente infiniti e vanno dall’alimentazione alla pulizia. Ora, però, ci soffermeremo su una particolare bevanda che possiamo preparare con le bucce del limone. Stiamo parlando della gustosissima crema al limoncello.

Ecco come prepararla

Innanzitutto, con un pela verdure, priviamo della buccia i nostri limoni spremuti e precedentemente lavati. Basteranno circa 200 grammi per la realizzazione di questa crema al limoncello. Ora, in un vasetto di vetro, versiamo mezzo litro di alcol insieme alle scorze di limone. Per aromatizzare, possiamo aggiungere all’interno del composto anche un baccello di vaniglia, inciso nel senso della lunghezza.

Lasciamo macerare per un mese in un luogo buio e fresco, smuovendo il barattolo almeno una volta al giorno. Trascorso il tempo necessario, filtriamo le bucce del limone con un colino e raccogliamo lo sciroppo in una ciotola. Fatto ciò, versiamo in un ampio tegame mezzo litro di panna fresca liquida, mezzo litro di latte ed 1 chilo di zucchero. Dopo di che, iniziamo a mescolare facendo portare il tutto ad ebollizione. Raggiunto il bollore, lasciamo raffreddare e versiamolo poi nello sciroppo di limone.

Con un frullatore ad immersione, cominciamo a miscelare il tutto fino ad ottenere una crema densa e liscia. Possiamo versare la nostra preparazione al limoncello all’interno di bottiglie da litro. Queste ultime andranno messe poi in freezer, all’interno del quale deve riposare almeno un altro mese.

Altri utilizzi

Le bucce di limone possono essere utilizzate anche in altri mille modi.
Ad esempio, si possono strofinare con un po’ di sale sui taglieri per pulirli. Oppure si possono strofinare sulle superfici in acciaio per lucidarle al meglio.

Alcuni buttano i resti del limone anche in acqua fredda, per pulire i funghi senza farli annerire. Infine, si possono utilizzare per donare un profumo di pulito al frigorifero dopo la pulizia. Quindi, come abbiamo visto, chi butta le bucce dei limoni spremuti sbaglia di grosso perché non sa cosa si perde.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te