Chi butta la cenere del camino fa un errore colossale perché è ottima per risolvere questo diffusissimo problema 

Uno dei piaceri irrinunciabili dell’inverno è rientrare in casa dopo una giornata passata al freddo e mettersi davanti al proprio camino, acceso e scoppiettante. Per molte persone accendere il camino è un rito quotidiano, un modo come un altro per rendere la casa più accogliente e trascorrere bei momenti con i propri cari.

Bisogna riconoscere, però, che prendersi cura di un camino non sia proprio la cosa più facile di questo Mondo. Bisogna saper accendere il fuoco, assicurarsi che la fiamma non si spenga, saperlo pulire nel modo corretto, e tanto altro ancora.

Attenzione a questo passaggio fondamentale

Una delle operazioni più importanti, però, è la rimozione della cenere. Eseguire questo passaggio almeno due volte a settimana è fondamentale per assicurarsi che il camino funzioni sempre al meglio.

Oltre alle classiche spazzola e paletta, però, è importante procedere alla pulizia di fondo del camino almeno una volta a settimana, utilizzando l’aspirapolvere. In generale, però, quando puliamo la cenere, non dovremo mai buttarla. Questa, infatti, è molto utile non solo come fertilizzante per le piante, ma anche per risolvere un fastidiosissimo problema, molto frequente soprattutto in inverno.

Chi butta la cenere del camino fa un errore colossale perché è ottima per risolvere questo diffusissimo problema

La cenere ha molteplici proprietà e può essere riutilizzata in tantissimi modi diversi. Ad esempio, forse non tutti lo sanno, ma la diventa un portentoso fertilizzante gratis per orti e giardini se utilizzata in questo modo, ma non è tutto. La cenere risolve anche un problema molto comune in inverno.

Un fastidiosissimo problema che abbiamo tutti

Poche persone lo immaginano, ma la cenere può diventare un potentissimo prodotto antighiaccio. Quando le strade si ghiacciano, in inverno, pensiamo che l’unica soluzione per sciogliere il ghiaccio sia stendere sulla strada del sale.

Solitamente, però, la maggior parte di noi non ha mai in casa il sale necessario. Da oggi, però, sappiamo che potremo utilizzare la cenere, in questo modo. Basterà cospargerla sulla strada, e così faciliterà lo scioglimento del ghiaccio.

Se disponessimo anche del sale, però, potremmo unire i due prodotti. In questo modo creeremo una miscela ancora più efficace, che impiegherà la metà del tempo a sciogliere il ghiaccio. Dunque, chi butta la cenere del camino fa un errore colossale perché è ottima per risolvere questo diffusissimo problema.

La usavano anche le nonne per questo metodo antico

La cenere è nota anche per un’altra funzione molto importante. Anticamente, infatti, le nonne la utilizzavano per cuocere le castagne. Si tratta di un metodo utilizzato nel passato, ma che rimane affascinante nonostante il passare del tempo.

È tutto molto semplice. Basterà incidere le castagne orizzontalmente nella parte bombata, e porle, quindi, su uno strato di cenere non troppo caldo. Copriamole, poi, con un ulteriore strato di cenere e lasciamole così per circa 25-30 minuti. Ogni tanto controlliamo la cottura: questo metodo di preparazione esalta ancora di più il sapore delle castagne, che saranno davvero squisite.

Ricordiamo, poi, che per sbucciare le castagne in soli 2 minuti, tutti dovrebbero conoscere questo trucchetto della nonna davvero infallibile.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te