Cercare lavoro con le app

Si può cercare lavoro con le app? Domanda che si pongono quanti sono alla ricerca di un primo impiego o di un nuovo lavoro.
In effetti oggi sono tante le opportunità che la rete offre per coloro che vogliono lanciarsi nel mondo del lavoro. Ecco le app più apprezzate.

Cercare lavoro con Indeed

Indeed è forse fra le app più notte per la ricerca di lavoro.
In effetti, si tratta di un metamotore che ricerca, tramite parola chiave, quella determinata offerta di lavoro su tutti i siti di settore. L’obiettivo è quello di far risparmiare tempo e di non perdersi un annuncio interessante.

Un altro aspetto positivo di Indeed è che rende possibile l’invio della candidatura direttamente dal sito.
Si può anche creare un proprio profilo personale, in modo da essere a propria volta ricercati dalle aziende che sono in fase di selezione di una determinata figura.
Inoltre, questa soluzione rende più immediato l’invio di una candidatura di proprio interesse, al fine di battere sul tempo la concorrenza.

Cercare lavoro con LinkedIn

Quando si parla di cercare lavoro con le app, non si può non menzionare LinkedIn.
Linkedin non è solo un’app, ma è qualcosa di molto più complesso. Si tratta, infatti, di un vero e proprio social network nel quale, però, ad essere messe in mostra sono le competenze e non le foto delle vacanze.

Tramite Linkedin, dopo l’apertura di un proprio profilo professionale, è possibile prendere contatti direttamente con i responsabili delle risorse umane delle imprese di proprio interesse.
L’app è gratuita, ma esiste anche un profilo premium che dà maggiore visibilità. Il profilo a pagamento è di solito è preferito dalle aziende che per identificare i potenziali candidati.

Le altre applicazioni

Se quelle appena citate sono le app più importanti per cercare lavoro, tuttavia, non sono le uniche che si rivelano efficaci per raggiungere l’obiettivo.
Fra quelle migliori rientrano Monster, CornerJob e Freelancer. Quest’ultima, come suggerisce il nome, è adatta soprattutto ai quei liberi professionisti che sono alla ricerca di incarichi di collaborazione.
Monster, invece, è l’app che nasce da uno dei siti che hanno fatto la storia della ricerca di lavoro online.
Per posizioni meno qualificanti, o, per trovare dei piccoli lavoretti da affiancare magari allo studio, Subito.it è un’app che si rivela sempre utile in tal senso.

In un articolo precedente invece, abbiamo parlato di come lavorare con Amazon da casa.

Consigliati per te