C’è ancora tempo per decorare terrazzi e balconi con i fiori più eleganti, colorati, profumati e scenografici di tutto il vicinato

Schierate tutte le piante migliori in prima fila, c’è ancora qualche “cartuccia” strategica da utilizzare per rendere il balconcino o il terrazzo di casa il più bello della zona.
Le temperature in aumento permettono di dedicarsi anche ai più minuziosi particolari per decorare in modo ottimale gli spazi all’aperto delle nostre case.

Basta curiosare un po’ tra le pagine di questa rubrica, dedicata alla casa e al giardino, per scoprire tanti consigli, trucchi ed escamotage per prendersi cura in modo facile e veloce di tutte le piante.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Smartwach XW6

Dalle più grandi a quelle più piccole, da quelle più delicate a quelle più resistenti. Le specie di vegetali presentate sono davvero tante. Di seguito, riproponiamo due di grande successo:

a) Proteggersi dai vicini ficcanaso e avere balconi e giardini con fiori belli e coloratissimi grazie ad una sola pianta. Disponibile cliccando qui.

b) Per balconi e davanzali sempre eleganti e fioriti è questa la pianta dal colore straordinario che sta facendo impazzire tutti. Disponibile cliccando su questo link.

In questo spazio, invece, la Redazione vuole sottolineare ai suoi Lettori che c’è ancora tempo per decorare terrazzi e balconi con i fiori più eleganti, colorati, profumati e scenografici di tutto il vicinato

Un fiore dalla bellezza raffinata

Stiamo parlando di uno dei fiori più amati e coltivati: il giglio.
Anche per questa pianta non sono mancati suggerimenti e consigli, nei mesi scorsi, da parte dei nostri Esperti in materia.
In vista dell’estate, però, è opportuno ricordare le caratteristiche della pianta ma soprattutto i trucchetti per avere sempre fiori eccezionali e brillanti.

Come si presenta

Questo fiore appartiene alla famiglia delle Lialiaceae. Stessa famiglia di altre piante conosciutissime come i tulipani o i giacinti.
Ad eccezione delle varianti cinesi e giapponesi, i gigli possono raggiungere altezze anche abbastanza importanti, tra gli 80 cm e i 2 metri. I bulbi non si rinnovano ogni anno, come capita invece ad altre piante simili. Inoltre, è opportuno sapere che esistono circa 30 varietà di fiori di giglio. Tra queste, due sono anche commestibili. Ovvero, il giglio di Lanzhou e quello di Longyan.

La più bella caratteristica di questa pianta è la fioritura. I fiori sono formati da 6 petali dalle sfumature più disparate. Le tonalità variano dal bianco, al giallo, all’arancione, al rosa, fino ad arrivare al viola e al rosso.

Inoltre, i gigli regalano una profumazione eccezionale che ricordano, in alcuni casi, la vaniglia.

Anche se la primavera è ormai inoltrata, c’è ancora tempo per decorare terrazzi e balconi con i fiori più eleganti, colorati, profumati e scenografici di tutto il vicinato.

Sì, perché i gigli sprigionano tutta la forza nel periodo estivo con delle fioriture belle e copiose. Simbolo, d’amore e fertilità, il giglio non ha bisogno di particolari cure ma di un terreno ben drenato e nutrito. Ama il sole ma si consiglia di non esporlo troppo alla luce diretta dei raggi solari.

Inoltre, se si decide di coltivare i gigli in giardino, si consiglia di piantarli a gruppi di 5 bulbi ravvicinati. Così facendo, la fioritura sarà più ordinata. Coltivata in vaso, invece, la pianta ha bisogno di qualche accorgimento in più. Ad esempio, si consiglia di disporre un fondo di ghiaia e cocci oppure di palline di argilla espansa. Quando i fiori sono aperti, si consiglia di aumentare le annaffiature. In estate, innaffiare nelle ore più fresche per non far seccare i fiori.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te