Castagne fragranti e saporite con il minimo sforzo grazie a questi segreti degli chef che pochi conoscono

Molti di noi amano l’autunno per svariate ragioni: il clima fresco e pungente, le festività di Halloween e Ognissanti e infine il cibo delizioso che questa stagione mette sulle nostre tavole. In quest’ultima categoria figurano le caldarroste, street food gettonatissimo nei mesi di ottobre e novembre. Se desiderassimo però prepararle direttamente a casa nostra, ci sono dei consigli molto preziosi da seguire. Ecco infatti come ottenere delle castagne fragranti e saporite con il minimo sforzo grazie a questi segreti degli chef che pochi conoscono. Vediamo insieme quali sono e come possiamo replicarli nelle nostre cucine.

Gli innumerevoli modi per sfruttare questo delizioso ingrediente

La castagna di per sé è un alimento calorico, ma benefico per la salute. Infatti questo frutto di stagione amato da tutti potrebbe essere un toccasana contro l’indice glicemico alto. Nonostante il suo alto contenuto calorico può essere consumato tranquillamente, anche se si raccomanda la moderazione. Inoltre è parecchio versatile. Infatti le castagne possono essere impiegate in varie tipologie di preparazione.

Sul versante dolce consigliamo di provare la crema autunnale buona quanto la nutella, semplice da fare e buona da gustare. Invece su quello salato li si può utilizzare nella preparazione di primi piatti o come modo per rendere più raffinati i secondi a base di carne. Vediamo insieme quali sono i trucchi per poterle portare in tavola e per poter stupire tutti i nostri commensali.

Castagne fragranti e saporite con il minimo sforzo grazie a questi segreti degli chef che pochi conoscono

Il primo passaggio da seguire è l’ammollo. Infatti le castagne che si comprano al mercato non sono equivalenti a quelle appena staccate dall’albero e possono presentarsi secche e dure. Inumidirle può essere un buon modo per renderle nuovamente morbide.

È consigliabile quindi procedere con un ammollo in acqua fredda per almeno un’oretta. In questo modo si riusciranno a scartare anche gli esemplari con eventuali impurità. Questi generalmente vengono a galla spontaneamente probabilmente perché al suo interno celano un ospite indesiderato. Una volta asciugate, è necessario incidere la superficie con un taglio ad X che spezzi la pellicina interna senza però penetrare fino alla polpa.

Infine se si desidera procedere con una cottura al forno, consigliamo di preriscaldarlo a 200 gradi in modalità temperata per poco meno di mezz’ora. A fine cottura, lasciamo aperto lo sportello del forno e ricopriamo il tutto con un canovaccio da cucina. Questa fase di riposo contribuirà a far sprigionare al massimo il loro sapore.

Approfondimento

Come preparare un piatto semplice e veloce perfetto per le fredde serate autunnali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te