Cascate di fiori candidi e profumati a forma di stella ricopriranno i nostri giardini se coltiviamo questa pianta rustica e vigorosa

Durante le giornate di sole, passare del tempo all’aria aperta è un vero e proprio toccasana per la nostra salute. Non solo perché potremmo fare il pieno di vitamina D, ma perché stare in mezzo alla natura aiuterebbe anche a rilassare sia il corpo che la mente. Chi ha la fortuna di avere un giardino, può usufruire ogni giorno di questi benefici. Ma non solo. Alcuni esperti, hanno dichiarato che prendersi cura delle piante e aiutarle nella loro crescita, potrebbe anche allontanare lo stress e i cattivi pensieri.

Cascate di fiori candidi e profumati a forma di stella ricopriranno i nostri giardini se coltiviamo questa pianta rustica e vigorosa

Rose, azalee, ortensie, viole. Sono tantissime le piante che possiamo coltivare nel nostro giardino e che ogni anno potrebbero regalare delle fioriture meravigliose. Ma i veri esperti ed intenditori non si lasceranno scappare questo arbusto rustico che fiorisce in primavera inoltrata. Parliamo della deutzia, una pianta di origine asiatica che può raggiungere i 2 metri di altezza. Questo arbusto appartiene alla stessa famiglia delle ortensie e può essere coltivato con successo anche in vaso.

Le foglie sono lanceolate o ovali di colore verde smeraldo e ricoperte da una impercettibile peluria. La deutzia, ad aprile, ci regala delle cascate di fiori candidi e profumati che hanno la forma di una piccola stella.

Qualche piccolo segreto da sapere

La deutzia è una pianta rustica che, per crescere copiosa e sana, necessita di qualche accortezza. Questo arbusto ama la luce del sole (per qualche ora al giorno), ma non i venti e la salsedine. Ha bisogno di un terreno compatto, fertile e ben drenato. Facendo sempre attenzione che non ci sia troppa umidità. La deutzia deve essere innaffiata regolarmente durante il periodo della fioritura. Mentre, in inverno, è sufficiente l’acqua piovana. Se coltiviamo la pianta in vaso, facciamo attenzione che l’acqua non ristagni nel sottovaso.

La concimazione avviene a fine inverno, per aiutare la crescita dei fiori. Mentre la potatura è necessaria per liberare la pianta dai rami vecchi, spezzati e malati. Di solito si effettua a settembre e all’inizio della primavera. Controlliamo spesso i germogli e le foglie della pianta, perché potrebbero essere attaccati da afidi e parassiti. Per cercare di risolvere il problema, possiamo utilizzare degli antiparassitari chimici. Oppure preparare in casa dei macerati naturali davvero molto efficaci.

Lettura consigliata

Bellissime cascate di fiori variopinti ricopriranno balconi e terrazzi se coltiviamo questa pianta che resiste al caldo e al vento

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te