Caramello, ecco come farlo e conservarlo in dispensa

Nelle serate d’autunno più fredde e piovose, torna la voglia di dessert. Panna cotta, budino, gelato e frutta cotta, sono spesso sulla nostra tavola. In attesa che ritorni l’epoca dei grandi banchetti, visto che l’epoca post Covid-19 si prolunga, consoliamoci con pochi amici e famigliari, gustando qualcosa di speciale. I dolci più golosi sono spesso decorati da colate di caramello. Che non sono mai abbastanza abbondanti, a quanto pare, per i nostri commensali. Ecco una guida per farlo da soli in vari gusti, con i consigli degli esperti di Cucina di Proiezionidiborsa.

Il caramello, classico o ai mille sapori

Caramello, ecco come farlo e conservarlo in dispensa. Un vasetto di caramello liquido, da tirar fuori per offrire un supplemento ai golosi, è proprio quello che ci vuole. Ma, visto che ci prendiamo il nostro tempo per farlo e tenerlo da parte, perché non sbizzarrirci con qualche variante?

Il caramello classico piace a tutti, ma su un gelato di castagne, sta benissimo quello al cioccolato. È perfetto anche sulle fette di banana, con granella di pistacchio o mandorle. Sui popcorn ci vuole il caramello salato, che si può osare anche per accompagnare il formaggio roquefort. Col budino chiaro o al cioccolato sta bene quello all’arancia, ideale anche per le pere e mele cotte. Sul gelato allo zenzero, infine, si cola il caramello alla cannella. Tutte queste varianti vanno farle all’ultimo momento. Cioccolato, zenzero e cannella si aggiungono in polvere o a scaglie. Il succo d’arancio o di mandarino si aggiungono senza semi, basta un cucchiaio. Anche il sale va dosato con giudizio, basta un pizzico. Ma ora concentriamoci sulla ricetta del caramello base.

Caramello, ecco come farlo e conservarlo in dispensa

Per un vasetto base di caramello liquido, servono 2 etti di zucchero, 100ml d’acqua e un cucchiaio di succo di limone. Bisogna prepararlo con un giorno di anticipo rispetto a quello di utilizzo, Mettere a bollire lo zucchero con il limone rimestando, lasciar ribollire e sorvegliare il colore. Appena diventa color legno, aggiungere a poco a poco acqua bollente. Rimestare con un cucchiaio di legno, continuare ad aggiungere acqua e mescolare fino a completo assorbimento. Quando raggiunge il colore desiderato, far cuocere due minuti, mantenendo una certa liquidità: poi versare in un vaso di vetro. Il caramello si addenserà lentamente. Conservarlo a temperatura ambiente, al massimo per un mese.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te