Capodanno al mare con la zuppa di pesce San Pietro

Il pesce San Pietro non brilla per bellezza tra gli abitanti del mare. Scuro di aspetto, con un muso piuttosto imbronciato, si presenta con ispide spine sulla groppa. È però un pesce storico e la sua polpa è deliziosa.

Una leggenda narra che questo pesce fu toccato dalle mani di San Pietro, l’Apostolo pescatore. Che non solo gli lasciò in eredità il suo nome, ma anche i segni delle sue dita, nel mezzo del dorso.

Per quanto concerne la squisitezza, il San Pietro è perfetto bollito o alla griglia. Così ce lo propongono molti ristoranti, in estate. Ma nelle ventose giornate invernali di fine anno, possiamo anche lavorare un pò di più per gustarlo in un piatto elaborato indimenticabile. Ecco la ricetta suggerita dagli Esperti di Cucina di ProiezionidiBorsa. Perfetta per seguire a ruota un antipasto sempre di mare, la mousse di pesce al microonde.

Brodo e filetti a cottura separata

Capodanno al mare con la zuppa di pesce San Petro. Per otto persone si prepara con un San Pietro del peso di due chili. Va lavato bene e sfilettato accuratamente con un’incisione lungo tutto il dorso.

Mettere da parte i ritagli e la testa. In una casseruola mettere olio, una noce di burro, cipolla, carota gialla, sedano e un pizzico di funghi secchi. Riporre nella casseruola i ritagli e la testa, bagnare con vino bianco e aggiungere un litro e mezzo d’acqua. Condire con sale e pepe e lasciar bollire moderatamente.

In un’altra casseruola mettere una noce di burro e aggiungere, poi, due cucchiaiate di farina, mescolando piano piano per cinque minuti. Siamo pronti per versare su questo composto il brodo di pesce, fino a completo esaurimento.

Va rimesso sul fuoco e lasciato cuocere per un’ora a fiamma molto bassa, togliendo la schiuma e altre impurità che eventualmente emergano.

Capodanno al mare con la zuppa di pesce San Pietro

Nel frattempo, si taglia il San Pietro a filetti che si pongono in una teglia con pochissimo burro, sale e pepe, vino bianco. Si lasciano stufare per qualche minuto.

Prima di andare in tavola si mettono due rossi d’uovo in una zuppiera. Bisogna sbatterli con una forchetta, stemperare con un pò di succo di limone e condirli con una cucchiaiata di prezzemolo tritato finissimo.

Su questo composto si travasa il brodo di pesce, amalgamando bene. I commensali riceveranno dei piatti fondi con i filetti di pesce adagiati sul fondo. A questi aggiungeranno il brodo bollente dalla zuppiera. E, a piacere, dei dadini di pane fritto o abbrustolito per rendere il piatto più gustoso.

Ecco, dunque, spiegato il perchè di un gustoso Capodanno al mare con la zuppa di pesce San Pietro.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te