Camminare per uscire da un attacco di panico

Avere un attacco di panico non è mai piacevole. Anche i postumi non sono gradevoli. Ci sentiamo spossati e spesso non sappiamo come uscire dal circolo della paura. In alcuni casi il timore di avere un attacco di panico innesca la “paura della paura”. Ciò porta l’individuo ad avere un vero e proprio disturbo di panico. I sintomi sono ormai ben noti: sudorazione, palpitazione, stretta alla gola, solo per citarne alcuni. Ma come mai ci sentiamo così?

La reazione di attacco o di fuga durante un attacco di panico

Il nostro corpo attiva una risposta al pericolo chiamata fight-or-flight response (reazione di attacco o di fuga). La reazione di attacco o di fuga si è sviluppata nel tempo per preparare il nostro corpo a combattere contro un predatore o a scapparne. Le sue funzioni sono state teorizzate per la prima volta all’inizio del ’900 da Walter Bradford Cannon, psicologo e neurologo americano. Si è scoperto che il cervello attiva questa reazione quando si sente in pericolo, anche se magari minacce non ce ne sono. Ci sentiamo quindi carichi di tensione e adrenalina: il nostro corpo è pronto a combattere o a scappare. Sapendo come lavora il nostro cervello, possiamo applicare questo trucco per rilassarci.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Camminare per uscire da un attacco di panico

Anche se sembra molto banale, basta camminare per uscire da un attacco di panico. Proprio perché durante la reazione di attacco o di fuga il nostro cervello ci urla di combattere o scappare, noi possiamo ingannarlo fingendo di fuggire. Uscendo di casa e camminando a passo molto sostenuto per una quindicina di minuti, il nostro corpo penserà che stiamo effettivamente scappando dal nostro pericolo. Di conseguenza piano piano usciremo dall’attacco di panico in corso.

Durante la camminata, è consigliato non soffermarsi troppo sul voler mandare via il senso di panico. Invece, proviamo a concentrarci sul nostro respiro, proprio come se stessimo facendo una sessione di jogging con gli amici. Questo rimedio è semplice ed efficace e può essere applicato anche se non possiamo o non vogliamo uscire di casa. Basterà utilizzare tutte le stanze dell’appartamento o anche le scale del condominio.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te