Cammina che ti passa, i benefici fisici di una passeggiata quotidiana

Camminare e la mancanza di attività fisica, assieme alla spesa e alle farmacie, è stato da subito uno dei principi cardine esulanti dalle restrizioni della quarantena. Infatti camminare è talmente importante che, col parlare, è uno dei primi traguardi storici del bambino. Camminare non è solo simbolo di libertà, associato all’ambiente e alla natura, è anche ossigeno per il cervello e per il fisico. Quando Edipo, il famoso eroe greco, fu chiamato a liberare il paese dalla Sfinge, l’indovinello che permise di eliminarla riguardava l’uomo che cammina da neonato fino alla terza età.

Camminare allontana i cattivi pensieri

Quando ci si infila un paio di scarpe da ginnastica comode per andare a fare la passeggiata, allontaniamo già lo stress e i pensieri negativi. Si, perché in automatico la nostra mente si predispone a staccarsi dalla mole di pensieri che ci assillano, per ridurre al minimo l’ansia. In casi di passeggiata in compagnia si destini il dialogo a pensieri positivi e distraenti, nel caso in cui si vada da solo o con l’amico a quattro zampe, ci si può munire di auricolari e ascoltare buona musica, rilassante o motivante.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Agisce sul cuore

A trarre giovamento dell’adagio cammina che ti passa, i benefici fisici di una passeggiata quotidiana, è sicuramente il nostro cuore. Chiamato 24 ore su 24 al corretto funzionamento, come riconoscimento minimo del suo prezioso servigio, una mezzora anche solo di passeggiata al giorno, serve a collaborare nella riduzione della pressione sanguigna. Non solo, passeggiare aiuta a controllare il diabete, perché l’attività fisica abbassa i livelli di glicemia, ossia di zuccheri nel sangue, riducendo anche il colesterolo cattivo, alias i grassi in circolazione. Di contro permette al colesterolo cosiddetto buono, ai grassi cioè utili, di essere assimilati per fornire fabbisogno nutrizionale al corpo. Studi scientifici hanno dimostrato che chi passeggia con costanza è meno esposto al rischio infarti e ictus.

Ottimo a livello muscolare

La muscolatura si nutre del cammina che ti passa, i benefici fisici di una passeggiata quotidiana, continuando a tenersi elastica e tonica. Se camminiamo poi in stile “Nordic walking”, usando cioè due bastoncini come si fa nello sci di fondo, tonifichiamo tutta la muscolatura, dagli arti superiori fino ai piedi. Una passeggiata completa, unita poi ovviamente a una corretta alimentazione, permette di perdere peso e grassi. Camminare tutti i giorni, cosi come allenarsi con costanza, allontana il rischio infortuni. Una muscolatura allenata infatti riduce il pericolo traumi, distorsioni e contratture. Esporsi poi al sole permette di immagazzinare vitamina D, basilare per le ossa. Mezzora al sole al giorno, con punte maggiori in primavera ed estate, obiettivo primario per fare scorta di vitamina D anche per l’inverno.

Approfondimento

5 consigli utili per mantenersi giovani

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te