Cambiano le top pick di Bank of America: ecco le novità

Quando una grande protagonista della finanza apporta delle modifiche alla sua “lista della spesa” la novità interessa tutti. Come cambiano le top pick di Bank of America? Ecco le novità.

La scelta dei titoli di alta qualità da parte di banche e case d’affari risulta essere uno dei perni centrali di qualsiasi strategia di investimento. Per questo motivo quando la famosa “lista della spesa” cambia, l’interesse degli investitori è tutto puntato sulle new entry. Con il mercato che mostra una volatilità ancora elevata è necessario sempre più spesso apportare delle modifiche. Anche perché, oltretutto, i mercati si stanno inoltrando, ognuno con i propri tempi, nelle rispettive stagioni delle trimestrali. A Wall Street sono già iniziate, presto seguirà anche il Dax.

Un titolo con rating Buy

I tempi che stiamo vivendo sono storicamente unici da tutti i punti di vista, non ultimo quello finanziario. Il che spiega perchè gli analisti di BofA Securities hanno deciso di dare un taglio. Cambiano le top pick di Bank of America. Le novità

vedono l’addio al titolo Walt Disney Co. L’azienda creatrice di Topolino esce dalla lista delle top pick statunitensi pur mantenendo un titolo con rating Buy (target a $ 123).

Un ottimo dividendo

Per quale motivo un’azione così forte, ritenuta fino a ieri una roccaforte per gli investitori anche in virtù di un ottimo dividendo, è stata abbandonata? Come detto resta un titolo da comprare ma, sempre come detto, bisogna anche tener conto dei tempi storici molto particolari a cui abbiamo accennato. La chiusura dei parchi a tema e quindi anche le incertezze sul futuro, hanno inesorabilmente creato un’onda d’urto molto forte sui conti aziendali.

Cambiano le top picks di Bank of America

Bristol-Myers resta in lista ma come unico rappresentante del settore farmaceutico a grande capitalizzazione. Gli ottimi risultati registrati nel quarto trimestre dovranno adesso essere confermati il 30 aprile. Ovvero quando la società presenterà i conti dei primi 3 mesi del 2020.  Altro fattore di appetibilità per il titolo è il dividendo al 2,94%. Parlando di dividendi però non si può fare a meno di citare, nella lista di Bank of America, United Parcel Service Inc.  società di trasporti e consegna merci.

Un dividendo alto e confermato

Il suo dividendo supera il 4%, e in un momento in cui le cedole tendono ad essere tagliate quella di UPS potrebbe invece essere un dividendo alto e confermato. Il motivo è molto semplice: mentre tutti sono costretti a restare a casa, l’unico modo per comprare qualcosa è l’ecommerce. E ovviamente la consegna avviene tramite corriere. Se poi a questo si aggiunge anche la sua collaborazione con Amazon, allora si capisce perché il titolo può vantare, per gli analisti di BofA, un rating buy con target price di $109 su quotazioni che sperano di poco i $99.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te