Caldarroste in padella sempre morbide e gustose in 5 minuti con questo semplicissimo tocco da maestro

Come non farsi conquistare dall’intenso profumo delle caldarroste appena tolte dal fuoco? Calde e fragranti, le caldarroste sono tra i simboli dell’autunno più amati e gettonati. Impossibile non innamorarsi delle castagne leggermente abbrustolite e cotte nella tradizionale padella con i buchi.

Per le strade delle città sono tantissimi gli ambulanti che portano in giro questa prelibatezza, distribuendo qua e là un profumo inebriante che ricorda l’autunno. Il classico carrettino delle caldarroste ha fatto sognare generazioni intere, riportando alle mente scene d’infanzia. E dunque, questa sera proveremo a capire come riprodurre in casa la stessa magia in poche mosse.

Consigli di cucina da non perdere

Delle caldarroste ne avevamo già parlato in un articolo precedente. Nello specifico, avevamo svelato questo consiglio furbo che utilizzavano le nonne per mantenere le caldarroste più morbide durante la cottura.

Le caldarroste, poi, saranno anche le protagoniste delle tavole natalizie. Una bontà da servire subito prima dei dolci, altro grande classico di queste festività invernali.
A tal proposito, suggeriamo di provare assolutamente queste zeppole di Natale, le cosiddette “Scauratelle”. Delle semplici e veloci bontà napoletane. Chi ama gli struffoli non potrà rinunciare, invece, a questa ricetta eccezionale e semplicissima. 

La tradizione, dunque, resta la protagonista della cucina natalizia italiana. Ed ecco riapparire pietanze e ricette rese ancora più buone dai trucchetti delle nonne e delle mamme. Ed anche con le caldarroste, questa sera, utilizzeremo un trucchetto della nonna molto interessante.

Dunque, ecco come avere caldarroste in padella sempre morbide e gustose in 5 minuti con questo semplicissimo tocco da maestro

Chi non ha la possibilità di cuocere le castagne sulla brace, oppure non possiede la tradizionale padella con i buchi, potrà preparare ugualmente delle caldarroste eccezionali.
La variante più gettonata delle classiche caldarroste è quella che si avvale della cottura in padella. Tuttavia, per avere castagne dal cuore morbido, cotte bene e senza zone bruciate, ecco il segreto di cucina da copiare.

Per preparare all’incirca 6 porzioni di caldarroste serviranno:

  • 1 kg di castagne;
  • vino cotto o vinsanto q.b.

Utilizzare il vino cotto o il vinsanto anziché l’acqua è un trucchetto molto sfizioso e utile per ammorbidire le castagne e accentuarne il sapore.

Scegliere castagne di qualità è fondamentale per mangiare un prodotto ricco di gusto. Le castagne, poi, andranno incise in orizzontale con un coltello affilato. Successivamente, andranno disposte nella padella (si consiglia di utilizzare una padella vecchia e che si usa ormai poco in cucina). Far cuocere le caldarroste in padella con il coperchio e a fuoco moderato. Dopo circa 15 minuti bisognerà mette in pratica il trucchetto strategico.

Versare poco alla volta il vino cotto o il vinsanto sulle castagne e farle saltare per 5 minuti. In questo modo, le caldarroste risulteranno più morbide, umide e aromatizzate. Un vero stratagemma furbo e veloce per conquistare gli ospiti in poche mosse. Così avremo caldarroste in padella sempre morbide e gustose in 5 minuti con questo semplicissimo tocco da maestro.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te