Cactus morente? Non darlo per spacciato perché puoi ancora salvarlo. Ecco come fare

Cactus morente? Non darlo per spacciato perché puoi ancora salvarlo. Ecco come fare. Quante volte avete visto il vostro cactus un po’ giù di morale? Molto spesso i cactus, anche se hanno bisogno di poca acqua, in realtà sono delle piante che hanno molto bisogno di attenzione. Proprio perché hanno bisogno di poca acqua li lasciamo un po’ alla mercé del tempo. Beh, non c’è cosa più sbagliata. Infatti, quando acquistate la vostra pianta di cactus, dovete sempre chiedere a colui che ve l’ha venduta il modo corretto per prendervene cura. Perché ogni tipo di pianta ha bisogno di tot di acqua e soprattutto di una certa esposizione al sole.

Cactus morente? Non darlo per spacciato perché puoi ancora salvarlo. Ecco come fare

Siete tornati dalle vacanze e il vostro cactus e morente? Non vi preoccupate perché ecco la soluzione. Se vedete il vostro cactus secco sicuramente ha bisogno di acqua. E se la terra è asciutta annaffiatela abbondantemente e non preoccupatevi dell’acqua che esce.

E possibile inoltre che il vostro cactus presenti delle parti marce. Quindi quello che dovete fare è prendere delle forbici, disinfettarle e iniziare a togliere queste parti. È assolutamente importante togliere le parti marce perché in questo modo il fungo che ha colpito il vostro cactus non andrà a contagiare l’intera pianta. Se invece il vostro cactus si sta assottigliando, questo significa che ha bisogno di più luce. Quindi è opportuno spostarlo da dove era situato prima e posizionarlo in un nuovo luogo, magari più vicino al sole.

Non troppo sole

Ovviamente però dovete fare attenzione a non metterlo direttamente sotto i raggi del sole perché questo invece potrebbe creare un risultato opposto, cioè un ingiallimento della pianta. Infatti, se notate che la vostra pianta ha delle parti gialle, è opportuno spostarla e metterla un pochino più all’ombra. E come cosa finale per disinfettare la pianta da possibili insetti o funghi potete utilizzare il bicarbonato oppure la vodka (vedi qui).

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te