Buttare la farina è uno spreco imperdonabile perché vale oro quando usata per pulire

Quante volte capita, frugando tra i mobili della cucina, di trovare un pacco di farina ormai scaduta e non più utilizzabile per essere cucinata? Se fino ad oggi l’avremmo subito buttato nella spazzatura, dopo aver letto questo articolo, non faremo più questo errore.

Ecco allora che buttare la farina è uno spreco imperdonabile perché vale oro quando usata per pulire.

Sapone per pelle e vestiti

La farina, anche quando scaduta, possiede ancora tantissimi possibili utilizzi per pulire casa, fare del sapone, fare della colla naturale e aiutarci a ripulire metalli. Se allora, per esempio, volessimo creare una saponetta per biancheria o pelle a base di farina, avremo bisogno di:

  • 25 gr di farina;
  • 120 gr di sapone di Marsiglia;
  • 90 ml di acqua;
  • qualche goccia di olio essenziale al limone o all’arancio amaro.

Prendiamo allora il sapone di Marsiglia e, una volta grattugiato, lasciamolo sciogliere assieme all’acqua in un pentolino con la tecnica del bagnomaria. Mescoliamo con la frusta fino ad ottenere un composto ben amalgamato e aggiungiamo poi la farina. Potremo usare quella di mais, per aggiungere un effetto esfoliante oppure quella di riso per un sapone più delicato.

Una volta che si sarà intiepidito, onde evitare che il calore lo faccia evaporare, andremo ad aggiungere l’olio essenziale. Versiamo il tutto in uno stampino e lasciamo poi a stagionare per una settimana, cercando di rigirarlo almeno due volte al giorno.

Buttare la farina è uno spreco imperdonabile perché vale oro quando usata per pulire

Oltre a questo, la farina è anche estremamente utile in tanti altri campi della vita quotidiana. Per esempio, oltre a pulire con la farina potremmo combattere parassiti di orto e giardino versandone una manciata intorno alle piante. Questo, infatti, riuscirà a tenere lontani alcuni insetti, come le formiche, senza dover utilizzare sostanze chimiche dannose per la salute.

Oppure ancora, per gli amanti del bricolage, potremmo risparmiare sulla colla creandone una a base di farina di frumento. Dovremmo solo sciogliere gradualmente 100 grammi di farina in un litro e mezzo d’acqua in ebollizione, mescolando il tutto continuamente. Dopo aver creato un composto omogeneo, lasciamolo bollire per 10 minuti e otteniamo così un prodotto simile alla colla vinilica.

Per finire, con la farina riusciamo anche a lucidare meglio oggetti e contenitori in metallo: basta passare delicatamente un po’ di farina, aceto bianco e sale su oggetti di rame, o acciaio, e poi risciacquare con acqua tiepida. Il risultato sarà una pulizia e un lucido sorprendenti, tenendo conto che li avremo ottenuti senza spendere un soldo.

Approfondimento

Mai buttare le foglie secche del giardino perché hanno questi 3 fantastici usi casalinghi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te