Buttare gli alberi di Natale è un grave errore ed ecco come farne tesoro grazie a 3 geniali utilizzi

Natale è passato in un batter d’occhio. Ci sembra quasi ieri che abbiamo addobbato la casa e rinnovato la tradizione dell’albero. Ma i festeggiamenti per il nuovo anno si avvicinano. A questo proposito, ricordiamo 6 curiose tradizioni per festeggiarlo.  I giorni che precedono Capodanno sono quelli giusti per pensare a cosa fare dell’abete.

Chi ha scelto un albero finto non avrà problemi a rimetterlo nella sua scatola pronto per l’anno prossimo. Ma chi ha acquistato una pianta vera, si ritrova col problema di cosa farne. Sicuramente buttare gli alberi di Natale è un grave errore ed ecco come farne tesoro grazie a 3 geniali utilizzi. Infatti, ci sono tante idee che possiamo sfruttare a favore nostro e della natura.

Di alcune di queste parleremo proprio in queste pagine di ProiezionidiBorsa. Saremo sorpresi di scoprire che acquistare un abete natalizio non è sempre un gesto egoistico. Al contrario, può rappresentare un gesto ecologico.

Trapiantare sì ma non in tutta Italia

Se nel nostro giardino o in quello del vicino non c’è proprio spazio, possiamo pensare di destinare il nostro albero al rimboschimento. Tante sono le associazioni e gli enti parco che si occupano di trapiantare gli alberi acquistati per Natale.

Tuttavia bisogna fare attenzione. Infatti, la grande parte degli abeti acquistati sono rossi. Questa specie cresce solo sull’arco alpino e sull’Appennino Tosco-Emiliano. Quindi non può essere trapiantato ovunque perché crea disequilibrio nell’ecosistema.

A tal proposito, il Corpo Forestale dello Stato offre consigli su come smaltire o trapiantare l’abete. Verrà indicato l’habitat migliore rispetto alla varietà di abete.

Buttare gli alberi di Natale è un grave errore ed ecco come farne tesoro grazie a 3 geniali utilizzi

Se sulla nostra pianta troviamo il cartellino con su scritto “pianta non adatta al rimboschimento”, dobbiamo trovare altre soluzioni. Chi ha comprato l’albero all’IKEA e ha conservato lo scontrino, può sfruttare una meravigliosa offerta. Riportando l’albero con il suo scontrino si potrà ritirare un buono sconto da 15€. Un’idea che possiamo tenere buona anche per l’anno prossimo.

In aggiunta, possiamo sempre sfruttare il nostro abete come pacciamatura. Utilizziamone rami, aghi e corteccia secca. Ricordiamoci che è sconsigliato usarlo come legna da ardere. Pini e abeti contengono resine potenzialmente infiammabili. I pezzi di tronco più grossi sono una grande risorsa per chi è esperto del fai da te. Con alcuni semplici attrezzi si possono facilmente ricavare sottopentole, sotto bicchieri e taglieri. Tagliando in fette il tronco, si può sfruttare per creare aiuole o delimitare le piante. I rami più grossi, invece, possono servire come sostegni per le altre piante.

Lettura consigliata

Tre idee creative straordinarie e vantaggiose per riciclare le cassette di legno dell’ortolano

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te