Buone notizie su aumenti in busta paga e meno tasse ma solo per determinati beneficiari

Da lungo attesa, la manovra economica 2022, porterà più soldi nelle tasche degli italiani. Si è definita, infatti, una manovra epocale quella con cui si è data centralità al taglio del cuneo fiscale. Per esso si intende la differenza tra quanto i lavoratori percepiscono e ciò che, invece, paga loro il datore di lavoro. Quindi, ci sono buone notizie su aumenti in busta paga e meno tasse ma solo per determinati beneficiari. In particolare, il Governo ha stanziato ben 8 milioni di euro per ridurre la tassazione gravante su famiglie e imprese. In questo modo, darà seguito ad un invito rivoltogli dall’OCSE, proprio sulla riduzione del cuneo fiscale. Quello italiano, infatti, è il quinto più alto del mondo. Vediamo, a questo punto, chi beneficerà maggiormente dell’aumento in busta paga.

Chi beneficerà degli aumenti

Vediamo, a questo punto, come il Governo intende spendere i fondi messi a disposizione della manovra economica. Ebbene, per ridurre le tasse si potrebbe operare mediante il sistema dei bonus o trattamenti integrativi. Questi sono già presenti in busta paga, per i lavoratori con un reddito fino a 40.000 euro. Sicchè, l’obiettivo della misura sarebbe quello di allargare la platea dei beneficiari ma questo dipenderà dalle risorse a disposizione. In particolare, si pensa di introdurre un bonus da 100 a 120 euro nette al mese. Ciò, per i redditi fino a 55.000 euro. In tal caso, a beneficiare maggiormente della misura, sarebbero i lavoratori che percepiscono una retribuzione annua lorda di oltre 40.000 euro. Questa categoria, si troverebbe in busta paga un aumento netto annuo di ben 1.056 euro. Si consideri che fino ad oggi, chi si trovava nella fascia oltre i 40.000 euro non beneficiava di bonus. Inoltre, per le altre fasce di reddito, l’aumento netto dovrebbe essere pari a circa 240 euro l’anno.

“HYCM”/
“HYCM”/

Buone notizie su aumenti in busta paga e meno tasse ma solo per determinati beneficiari

In definitiva, vi saranno certamente i tagli alle tasse e gli aumenti in busta paga. Tuttavia, ciò avverrà soltanto per determinate categorie di lavoratori essendo rivolta esclusivamente ai lavoratori dipendenti.  Pertanto, la misura è stata criticata per non aver previsto una soluzione normativa che riguardasse la generalità dei contribuenti. Infine, per il 2022 si prevede la cancellazione dei contributi versati alla Cassa Unica Assegni familiari. La misura avrebbe il duplice obiettivo di favorire sia le imprese che le famiglie. Ma, siamo a guadare come si atteggerà la manovra economica una volta approvata.

Consigliati per te