Brutte sorprese per chi ha prenotato la vacanza estiva in queste famose località

Le belle notizie non arrivano mai da sole, ma sono sempre accompagnate da quelle brutte. In questo modo si dà la possibilità di scegliere se si vuole sentire prima la buona o la brutta notizia.

Be’ la buona notizia è che la campagna vaccinale sta proseguendo a gonfie vele e che i vaccini funzionano. Infatti secondo un ultimo report dell’Istituto superiore di sanità l’efficacia complessiva della vaccinazione con una sola dose è superiore al 70%. Superiore all’88% è invece con entrambe le dosi.

La cattiva notizia è però che l’indice Rt si sta alzando poiché i contagi stanno nuovamente aumentando senza però intasare gli ospedali. Ogni Paese dunque ha deciso di reinserire alcune restrizioni, tranne il Regno Unito che oggi festeggia il freedom day dicendo addio alle restrizioni da Covid.

Brutte sorprese per chi ha prenotato la vacanza estiva in queste famose località

Chi ha prenotato infatti le vacanze estive in queste località potrebbe rimanere un pochino deluso. Perché le cose non sembrano andare come uno sperava. Invece di andare avanti sembra proprio di fare un gigante passo indietro. Ed ecco che arrivano brutte sorprese per chi ha prenotato la vacanza estiva in queste famose località.

La Spagna

In Spagna infatti torna il coprifuoco e torna anche nella tanto amata Barcellona. Infatti dall’una di notte fino alle sei del mattino potranno circolare solo coloro che hanno comprovate esigenze lavorative. Il coprifuoco non torna esattamente in tutta la Spagna, ma torna nelle zone in cui i tassi di infezione superano i 400 casi per 100 mila abitanti in un arco di tempo pari a 14 giorni.

Anche in Grecia

Restrizioni anche in Grecia, nello specifico a Mykonos, la famosissima isola del divertimento. Infatti anche qui torna il coprifuoco per 5 ore. Inoltre nell’isola sarà vietata la musica.

Approfondimento

Sembra di stare ai Caraibi e invece è una spiaggia poco conosciuta nel centro Italia.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te