Brutte notizie dalla compagnia di assicurazione su auto e moto in caso di richiesta di risarcimento danni senza questo documento 

Quando siamo coinvolti in un incidente stradale ci aspettiamo il risarcimento da parte dell’assicurazione, specialmente se la ragione è dalla nostra parte. Il risarcimento può essere per danni alla vettura ma anche per danni fisici. In questo secondo caso quanto paga l’assicurazione?

Sappiamo che in Italia l’assicurazione su auto e moto è obbligatoria. Questo obbligo tutela chi subisce un danno perché può comunque venire risarcito. Molti si lamentano del costo eccessivo del premio assicurativo. Tuttavia si può ridurre il costo della polizza auto seguendo dei semplici accorgimenti. Sicuramente la prima cosa è avere un preventivo dalla propria compagnia di assicurazione in prossimità della scadenza del contratto. Ma ci sono altri piccoli stratagemmi che possono ridurre il costo della RC auto e moto.
Ovviamente l’automobilista, pagando la RC auto, quando subisce un incidente si attende un rimborso rapido e pieno. Ma in caso di incidente stradale quanto paga l’assicurazione per i danni fisici?

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Brutte notizie dalla compagnia di assicurazione su auto e moto in caso di richiesta di risarcimento danni senza questo documento

Chi subisce un danno fisico a seguito di un incidente, la prima cosa che deve fare è recarsi presso un pronto soccorso e farsi visitare. Una immediata visita medica permette al danneggiato di avere subito le cure del caso. Inoltre, dopo un’analisi del medico il danneggiato potrà disporre di un referto sul quale poi si baserà il rimborso dell’assicurazione. L’assicurazione determinerà il risarcimento anche in base ai giorni di prognosi della documentazione medica.

Attenzione, questo documento è molto importante. La legge stabilisce che in caso di danni fisici inferiori a 9 punti di invalidità il risarcimento si deve basare su documentazione medico legale. In questo caso il rimborso spetta solo a seguito di un’analisi radiologica o di una certificazione medica. Per esempio, in caso di colpo di frusta derivante da tamponamento o di colpi subiti agli arti, per il risarcimento occorre il referto medico. Senza questo documento potrebbero arrivare brutte notizie dalla compagnia di assicurazione per chi ha subito il danno.

Il risarcimento copre il danno morale, il disagio subito dal danneggiato e il danno biologico, oltre la riduzione funzionale di una parte del corpo. L’importo viene calcolato partendo da tabelle redatte dai singoli tribunali in modo da evitare arbitri da parte delle compagnie assicurative. In genere le tabelle che vengono prese a riferimento per il calcolo del risarcimento, sono quelle del tribunale di Milano di Roma.
La compagnia assicurativa per definire il danno fisico oltre che sul referto si basa anche sulla perizia di un professionista che visita il danneggiato. Ovviamente anche il danneggiato può ricorrere alla perizia di un esperto in medicina legale per produrre una contro valutazione da sottoporre alla assicurazione.

Cosa accade se il danneggiato non valuta il rimborso congruo

Cosa accade se assicurazione e danneggiato non si trovano d’accordo sul rimborso? Se l’assicurato non accetta l’offerta dell’assicurazione dovrà avviare una causa contro la compagnia. Ovviamente occorre valutare se è conveniente scegliere questa strada. In genere il danneggiato sceglie questa opzione solo se la differenza tra rimborso offerto e quello rivendicato è molto ampia.

Lettura consigliata

Stanno scattando multe pesantissime fino a 3.396 euro per infrazioni che moltissimi ignorano parcheggiando l’auto in questo modo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te