Brindisi di Pasqua con i vini della Costiera Amalfitana

Molti conoscono la Costiera Amalfitana per le sue bellissime spiagge e il mare cristallino. Non tutti sanno, però, che il tratto di costa campano più famoso del mondo, è anche un importante area collinare vinicola.

Vediamo, allora, con gli Esperti di Cucina di ProiezionidiBorsa quali sono i pregiati vini DOC prodotti nella zona di Amalfi, che sono tutti particolarissimi, a partire dal nome. I piccoli produttori sono ormai super organizzati, li spediscono ovunque nel mondo insieme al famoso limoncello.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

I bianchi che evocano il teatro di Eduardo: Ripolo, Fenile e Pepella

Brindisi di Pasqua con i vini della Costiera Amalfitana. La Ginestra è un vino bianco prodotto nella zona dei Comuni di Amalfi, Scala, Ravello, Maiori e Minori. Il prodotto finale ha un color giallo-paglierino, impregnato di un intenso profumo di ginestra. È un vino a bassa gradazione alcolica, ma con un alto livello di acidità.

Il Pepella è un vitigno a uva bianca coltivato esclusivamente qui, nei comuni di Tramonti, Ravello e Scala. Al giorno d’oggi ne rimangono pochi vitigni, a causa della scarsa resistenza alle malattie. Il vino si distingue per il colore giallo ambra con riflessi verdognoli. Ha un gusto fruttato e offre una intensa sensazione di freschezza al palato.

Il Ripolo presenta una colorazione simile al Ginestra (giallo-paglierino), ma al palato si percepiscono distintamente i sentori di frutta esotica, albicocche e la dolcezza del miele. In bocca è morbido ed ha una discreta acidità.

Il Fenile viene prodotto nei Comuni campani di Furore, Positano ed Amalfi. Si distingue per il colore biondo dorato delle uve e al palato ricorda sia la Ginestra che il Ripolo. Al retrogusto floreale si accostano, infatti, sentori fruttati di albicocca, frutta candita e miele.

Brindisi di Pasqua con i vini della Costiera Amalfitana

Eccoci ai rossi, perfetti per i piatti forti. Il primo vitigno DOC a uva nera prodotto in Costiera Amalfitana è il Piedirosso. È un vino molto antico, dal colore rosso intenso, tendente al rubino e tuttora la produzione è molto limitata. Quando lo si degusta rilascia in bocca un retrogusto di ciliegie, more e violetta. A tavola è indicato in accompagnamento a pollame, maiale, salsicce e formaggi stagionati.

Lo Sciascinoso, conosciuto anche col nome di Olivella, è un vitigno a uva nera dal colore rosso acceso. Ricorda quello del Piedirosso, ma in bocca è consistente e fresco. Il profumo che emana ricorda quello della prugna, della ciliegia e del mirtillo.

Prodotto nel Comune del borgo di Tramonti, il Tintore è un rosso intenso con delle sfumature violacee. È il perfetto accompagnamento per i secondi piatti come le carni, ma è da provare anche con i formaggi stagionati.

L’Aglianico è il rosso corposo che addolcisce i pasti

L’Aglianico è un vino corposo, molto dolce e zuccherino. Di colore rosso intenso, si annuncia fresco in bocca e chiude con un retrogusto morbido, con note di frutta. La lunga conservazione nelle tipiche botti di legno dette “barrique” lo rende assai vellutato al palato.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te