Dopo il Brexit ci si chiede cosa succederà alla Sterlina, noi diciamo “Prevenire è meglio che curare!”

Come diceva la pubblicità di un noto dentifricio “Prevenire è meglio che curare!”.

Purtroppo sembra che gli operatori di borsa, gli analisti o pseudo-tali non sembrano conoscere questo semplice, ma efficace, slogan.

Dopo aver inseguito per mesi i sondaggi sul risultato del referendum in Gran Bretagna e dopo che i risultati sono stati contrari alle attese, adesso sono smarriti cercando di mettere una pezza al disastro in corso.

Noi nei mesi scorsi non abbiamo letto e/o inseguito i sondaggi, ma studiato i mercati con le nostre tecniche proprietarie e pubblicato i risultati dei nostri studi sulla sulle attese per gli indici e per la sterlina nel nostro blog in chiaro (proiezionidiborsa.it).

Degli indici abbiamo già discusso in altri articoli pubblicati sul blog (In o out , lo scenario dei mercati è rimasto lo stesso di Gerardo Marciano), adesso vogliamo concentrarci sulla sterlina.

GBPUSD

Prima di discutere gli obiettivi della tendenza in corso vogliamo riportare una lista di articoli, il primo scritto a Settembre 2014, in cui si preannunciava catastrofe della sterlina. Catastrofe che, ai lettori attenti non è quella seguente alla Brexit (discesa di circa il 6%), ma quella che ha portato il cambio GBPUSD da 1.70 a 1.45 (-15%) la quotazione prima del referendum.

Come si evince dagli articoli seguenti a Luglio 2014 abbiamo messo in guardia da una prossima inversione ribassista (raggiungimento del “limite invalicabile”) e a Settembre 2014 abbiamo evidenziato l’inversione ribassista, confermata anche da TC2:

Dopo un anno di rialzi senza sosta cosa aspettarsi per il cross GBPUSD? (luglio 2014)

L’indecisione regna sovrana sul cross GBPUSD

Forti segnali ribassisti sul cross GBPUSD

GBPUSD continua a precipitare e non si intravedono segnali di inversione

TC2 e il cambio GBPUSD sul time frame mensile

GBPUSD: segnali di distensione all’orizzonte?

GBPUSD: tutto procede secondo la previsione

Cosa ci aspetta nei prossimi mesi?

Analizzando sia il time-frame settimanale che quello mensile abbiamo notato una cosa che non accade molto frequentemente.

Su entrambi i time frames è in corso una proiezione ribassista che punta al III° obiettivo naturale (limite invalicabile di Running Bisector) in area 1.25. Ci sono elevatissime probabilità, quindi, che il ribasso in corso prosegua fino in area 1.25 dove vedremo aumentare considerevolmente le probabilità per un’inversione di tendenza.

USD-W USD-M

 

EURGBP

Il 2 Dicembre 2015 scrivevamo (EURGBP vicino ad una pausa della violenta discesa in atto da mesi?)

Sul cross EURGBP è in corso una proiezione ribassista che va avanti ormai da un paio di mesi.

Al momento il supporto individuato dall’area del II° obiettivo naturale è stato rotto al ribasso e, a meno di un pronto recupero, le quotazioni sono dirette verso il III obiettivo naturale in area 0.68.

Cosa è successo nei mesi successivi?

Ancora una volta il III° obiettivo naturale (limite invalicabile di Running Bisector) ha svolto egregiamente il suo compito. Le quotazioni hanno segnato un minimo a 0.69 prima di ripartire al rialzo.

Rialzo che c’è stato e che abbiamo documentato nei seguenti articoli

EURGBP il ribasso di lungo periodo non è ancora finito

EURGBP: analisi di lungo periodo

EURGBP: analisi combinata di breve e lungo periodo

dove abbiamo evidenziato come il rialzo in atto sarebbe diventato duraturo solo con chiusure mensili superiori a 0.8. Nel momento in cui scriviamo l’EURGBP quota 0.8131 e una chiusura mensile su questi valori sancirebbe un’inversione di tendenza con gli obiettivi indicati in figura.

GBP

Conclusione

La nostra esperienza sui mercati e i nostri metodi di analisi ci hanno insegnato a non inseguire gli eventi, ma a prevederli.

Continueremo, quindi, a pubblicare le nostre scomode analisi fermamente convinti che “Prevenire e meglio curare”. Così mentre gli altri si lambiccano il cervello sul come inseguire i mercati noi già pensiamo alla mossa successiva.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te