BOT e BTP scendono i tassi. Quale futuro?

BOT e BTP: quali effetti sui titoli di Stato italiani?

Ottimo risultato in termini di tassi di interesse per l’asta odierna dei BOT semestrali col rendimento sceso a 0.37% dal precedente 0.63%.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Rendimenti quasi dimezzati e in generale su tutta la curva i bond italiani stanno pagando meno rispetto ai giorni scorsi.

Anche i BTP stanno vedendo dunque crescere i propri corsi e di conseguenza offrono rendimenti in calo.

Belle notizie dunque per il Ministero del tesoro assediato in queste settimane da un lato dalle richieste del Governo e dall’altro dalle pretese di fare economia dell’Unione Europea.

BOT e BTP meno onerosi rappresentano sempre una bella boccata d’ossigeno.

Importante uscire dallo stand-by

Che il rallentamento sia un fenomeno globale o quasi (per ora solo gli USA ne sono risultati immuni) ormai è chiaro a tutti.

Attribuire all’Italia le responsabilità dei ribasso delle borse mondiali è privo di credibilità

I veri timori che frenano le borse sono legati all’eventuale rallentamento dell’economia ed alla sua intensificazione. Inoltre l’attenzione è posta sul mutamento di politica monetaria della FED e di altre banche centrali (esempio la BOE britannica).

BCE tassi ancora fermi? Cosa succederà ai BOT e BTP?

In questo senso l’attesa verso una riunione della BCE che seguirà di un giorno il Meeting della FED potrebbe divenire spasmodica.

Questo specialmente se in questi giorni si presentassero dati macroeconomici improvvisamente brillanti dopo che già in Germania si sono presentate le prima pressioni inflazionistiche.

Degno di nota in tale senso è il dato di stamani della Produzione Industriale dell’area UE uscito a 1.2% vs 0.7% e col precedente a +0.8%.

Dato confermato da un +0.2% mensile in linea col consensus degli analisti.

Attenzione dunque perché con le borse acquietate, la FED in movimento la BCE potrebbe fare la sorpresina ignorando gli effetti che tale mossa potrebbe poi scatenare sui mercati azionari specie da gennaio 2019.

Sì perché nel 2019 comunque i conti coi rialzi programmati dalla FED si dovranno per forza fare…

Approfondimento

Moscovici e Francia

Disoccupazione in Italia migliore delle attese

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te