Borse trascinate al ribasso da un disastroso ZEW

Oggi sembrava proprio che il DAX fosse in grado di riprendersi quel ruolo di indice trainante delle Borse europee.

Invece ci ha pensato un pessimo dato sullo ZEW germanico a trascinare di nuovo l’indice tedesco nel ruolo di zavorra.

Se non siamo ancora al sell off è principalmente grazie alla strana conformazione di tenuta settimanale che l’indice paniere, quale è il DJE50, sta assicurando un po’ a tutti  gli altri listini europei.

Ma vediamo insieme i dati che hanno fatto accelerare le vendite sulle Borse.

Tabella principali dati macroeconomici europei di giornata

Indice ZEW delle condizioni economiche tedesche (Ago) -13,5 -7,0 -1,1
Rilevazione ZEW del sentimento sull’economica tedesca (Ago) -44,1 -27,8 -24,5
Sentimento di fiducia dello ZEW UE(Ago) -43,6 -21,7 -20,3

Una vera e propria ecatombe dello ZEW che crolla sia in Germania che nell’intera area UE.

Per certi versi una evoluzione inevitabile vista la serie di dati macroeconomici negativi e sotto le attese pubblicati nelle ultime settimane.

Il -44.1 del sentiment sull’economia versus  -27.8 atteso e -24.5 precedente si sommano a brutale -43.6 a livello europeo che era atteso alla metà: -21.7!

La crisi di Governo in Italia non c’entra

E non si vengano ad attribuire colpe all’Italia ed alla sua crisi di Governo per il dato sulle condizioni economiche tedesche che è, ancora più dei sentiment, un dato fotografico.

Vale a dire che riproduce una situazione già definita nelle scorse settimane e il -13.5 emesso versus il -7.0 atteso e -1.1 precedente è molto chiaro.

Un dato che non lascia alcun dubbio  ed è il risultato che deriva da  una matrice che va spalmata in mesi di dati deludenti.

Certamente ora la crisi politica di una nazione importante come l’Italia non è il migliore viatico per ridare tono ai mercati e prima ancora all’economia reale.

Questo compito spetta a qualcuno…

Commissione UE e BCE è tempo di muoversi

Abbiamo già in passato evidenziato come combattere una recessione già conclamata sia molto più difficile e complesso che non bloccarla prima del suo divampare.

Eppure pare proprio che i neo-eletti membri della Commissione europea siano troppo impegnati nelle vacanze per sortire qualche idea immediata in grado di contrastare la valanga economica che si sta formando nell’Unione Europea.

O forse semplicemente confidano che ancora una volta sia la Banca Centrale Europea a togliere le castagne dal fuoco con qualche mossa in grado di cancellare il pessimismo e ridare vigore a ciclo economico.

E a cascata tono e vigore ritroverebbero le Borse.

Ma anche dalle parti di Francoforte tutto tace.

Non possiamo pensare che Draghi, ammesso che sia in vacanza, non stia soppesando i rischi di una ulteriore prolungata attesa prima di dare il via a quelle mosse espansive più volte promesse.

E tra le quali non possiamo certamente contare il TLTRO di settembre evidentemente già ampiamente scontato dai mercati.

I tassi sono già sottozero in area UE, quindi urge lavorare di fantasia…i tempi sono strettissimi, entro il 20 agosto ci attendiamo una BCE in movimento…

Articoli precedenti sullo ZEW

Borse trascinate al ribasso da un disastroso ZEW ultima modifica: 2019-08-13T13:13:36+02:00 da Gianluca Braguzzi

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV
Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.