Opera sui Mercati con XM! - Scopri di più!

Borse: nuovi rialzi? I titoli azionari da acquistare

La mattinata delle Borse  europee non è stata particolarmente ricca di eventi.

Piazza Affari

Wall Street aiuta l’Europa ma non più di tanto può fare per Piazza Affari che chiude a +0,12% (21.918 punti) ad un soffio dalla quota 22mila. Per quanto riguarda lo spread, ovvero il differenziale tra Bund e Btp, è arrivato a 252,8 punti. In tutto questo, il rendimento del decennale italiano arrivava a 2,6%.                     

Le Borse europee

Anche il resto d’Europa vira in positivo dopo una mattinata incerta, con un semaforo verde ugualmente distribuito. Al suono della campanella infatti il Cac 40 di Parigi ariva a +0,4%. Il Dax di Francoforte lo supera con un +0,76% mentre a Londra il Ftse 100 registra un saldo definitivo dello 0,46%.

I dati macro europei

Il più importante tra i dati macro è un indice ZEW che suggerisce indicazioni positive per quanto riguarda la fiducia degli investitori Ad aprile infatti, è arrivato a 3,1 punti da -3,6 di marzo. Inoltre una spinta viene data da una forza che arriva oltre oceano, quella di Wall Street.

Borse di Wall Street

Il mercato statunitense, da parte sua, conferma ottimismo seppur non estremo. Alle 17.30 (ora italiana) tutti e tre gli indici a stelle e strisce erano in vantaggio. Infatti l’S&P 500 arrivava a 0,13% come anche il Dow Jones (0,14%). Meglio di tutti faceva il Nasdaq a 0,34%. Non riesce a dare una mano la produzione industriale.

I dati macro statunitensi

Infatti negli Usa è diminuita a marzo, contro tutte le attese dello 0,1% mentre il consensus sperava in uno 0,2% in territorio positivo. Nel momento in cui gli effetti della riforma fiscale ormai al limite dei tre anni voluta dal Presidente Usa Donald Trump sta svanendo, i mercati trovano nuova spinta nelle trimestrali. Ma un altro fattore di forza è rappresentato anche dalle speranze sull’esito positivo dei colloqui tra Usa e Cina.

Trimestrali made in Usa

Per quanto riguarda le trimestrali, oggi è stata la giornata di Bank of America, BlackRock, United Health e Johnson&Johnson.

Bank of America ha visto un primo trimestre con un utile netto a 7,3 miliardi di dollari, ben oltre i 6,9 miliardi di dollari dello stesso periodo 2018. BlackRock invece sui ricavi deve registrare un calo del 6,6%. Chi invece vince è United Health con una crescita dei ricavi a +9% sullo stesso periodo del 2018. Johnson&Johnson conferma sulle vendite i 20,02 miliardi di dollari del 2018.

Attese sulle Borse

Fra ieri ed oggi siamo andati a centrare le aree di minimo proiettate per la settimana in corso. Ora si dovrebbe procedere verso le aree di massimo. La giornata di domani è decisiva e solitamente dopo un abbrivio di settimana di tal genere si esplode in momentum. La direzione dell’esplosione darà indicazioni per le prossime due settimane almeno.

Borse: nuovi rialzi? I titoli azionari da acquistare ultima modifica: 2019-04-16T20:09:45+02:00 da Gerardo Marciano

Trova il tuo broker

Tickmill
XM
Ava Trade

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.