Borse: accelerazione o pausa?

Piazza Affari ancora tonica già dalle prime battute della mattina. Il primo (forte) effetto dello stop alla procedura Ue contro l’Italia si era visto già ieri con una chiusura a 2,24%. Oggi ancora benzina per la corsa.

Piazza Affari

Ieri si è vista la grande ondata di ottimismo sulle borse, ondata che, sebbene in misura minore, è continuata anche oggi. Ecco allora che al suono della campanella il Ftse Mib segna 0,98% (22.120 punti). Lo spread, cioè il differenziale tra Bund tedeschi e Btp italiani, continua a restare in orbita 200 punti. Oggi, per la precisione, ha chiuso a 206. Il rendimento del decennale tricolore, intanto, segna un calo a 1,66%.

Le borse nel resto d’Europa

Il resto del Vecchio Continente non ha avuto la stessa verve del Ftse Mib ma senza dubbio ha potuto contare, per lo meno, su  un finale in territorio positivo. Il Cac di Parigi 40 si salva dal rosso per un soffio e arriva a 0,01% sopra la parità. In positivo anche il Dax di Francoforte con lo 0,11% mentre il Ftse 100 di Londra rappresenta un’eccezione con un passivo pari a 0,08%.

In tutto questo i mercati sono orfani dello scenario statunitense. Oggi, infatti, Wall Street è rimasta chiusa per la festività dell’Independence Day

La mancanza dei listini statunitensi offre però la possibilità di concentrare l’attenzione su altri protagonisti come, ad esempio, i bancari italiani che hanno monopolizzato la scena. Infatti la classifica finale delle migliori performance ha visto, i primi 4 posti occupati tutti da bancari. Questo l’ordine di arrivo: al primo posto Ubi Banca seguita da Unicredit e da Finecobank. Al questo posto Banco Bpm.

Euro dollaro

Allargando la visuale ad altri mercati, però, non si può evitare una considerazione sul futuro dell’EURUSD. La svolta, infatti, si è avuta con la nomina di Christine Lagarde a futuro governatore della Bce. Infatti la francese con ogni probabilità garantirà per i prossimi 8 anni delle politiche monetarie simili a quelle finora adottate da Mario Draghi. Una notizia, quella della Lagarde alla guida della Bce, che ha colto di sorpresa i mercati i quali, però, hanno reagito con ottimismo. Soprattutto in considerazione dello scampato pericolo rappresentato da Jens Weidmann numero uno della Bundesbank e notoriamente nemico del QE di Draghi, anche se, nelle ultime settimane, ha fatto dichiarazioni più morbide verso le politiche accomodanti di Francoforte.

Borse: le nostre attese continuano ad essere al rialzo almeno fino a dicembre

Oggi è scaduto un setup  e solitamente in queste date vengono segnati minimi/massimi assoluti/relativi.

Non neghiamo la possibilità che dopo questi violenti rialzi si possa anche decidere per una pausa di un paio di giorni: sarebbe salutare!

Quali sono i livelli da monitorare per mantenere il trend al rialzo?

Dow Jones

26.614

Nasdaq C.

8.058

S&P 500

2.955

Dax Future

12.441

Eurostoxx Future

3.472

Ftse Mib Future

21.825

Chiusure giornaliere inferiori ai livelli appena indicati  farebbero  partire un ritracciamento.

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.