Borsa in rampa di lancio e i titoli azionari bancari sono razzi pronti a lanciarla

Quella di oggi potrebbe essere la seduta della svolta per la Borsa italiana, quella che divide la fase ribassista da quella rialzista. Almeno per le prossime settimane. Nella seconda seduta della ottava Piazza Affari ha chiuso con un sostanziale rialzo spinta dalle azioni bancarie. Adesso la Borsa è in rampa di lancio e i titoli azionari bancari sono razzi pronti a lanciarla.

Borsa in rampa di lancio e i titoli azionari bancari sono razzi pronti a lanciarla

Come avevamo più volte scritto da queste colonne, non ci sarebbe stata inversione di trend della Borsa italiana senza il supporto dei bancari. Senza il ritorno degli acquisti sulle azioni delle banche e in particolare di quelle maggiori, non ci sarebbe stata la possibilità di inversione di trend. Ed in fatti si è verificato esattamente questo. In due giorni l’Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), l’indice maggiore del listino italiano, ha segnato un guadagno di quasi il 5% grazie al recupero delle banche. Oggi tra i primi 10 titoli a maggiore capitalizzazione, 6 sono bancari, e uno finanziario.

Alla fine l’indice delle blue chips ha guadagnato, l’1,7%. Ma poteva andare meglio considerato che fino alla apertura della Borsa americana, Piazza Affari saliva di quasi il 3%. Arrivando a toccare un massimo a 17900 punti, a un passo dalla soglia dei 18mila punti oltre la quale i prezzi possono schizzare.

I ruolo dei titoli azionari bancari

Occhio ai titoli bancari anche per le prossime sedute. Il proseguimento del recupero da parte di questo settore garantirà la ripresa delle quotazione dell’intera Borsa. L’azione Intesa diventa interessante sopra la soglia di 1,5 euro. Per Unicredit una chiusura sopra i 7,7 euro sarà un segnale di ritorno di interesse sul titolo, che ha la prova di maturità a 8 euro. Occhio anche a Bper Banca che oggi è salita del 6%. Graficamente è impostata meglio di Intesa e Unicredit e una chiusura oltre 2,4 euro spingerà le quotazioni a 3 euro.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te