Bonus mobili ed elettrodomestici: a chi spetta e come richiederlo

 Bonus mobili ed elettrodomestici: a chi spetta e come richiederlo?

Il bonus è una detrazione, un’agevolazione fiscale per l’acquisto di mobili nuovi e di grandi elettrodomestici  destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, l'integratore che ti fa dimagrire velocemente - 4 al prezzo di 1 e la consegna è gratuita

Scopri di più

Spirulina Fit

Anche per l’anno 2020 il bonus è stato prorogato nella legge di Bilancio.

I mobili nuovi

I mobili nuovi per i quali è possibile ottenere la detrazione sono: Letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione.

E’ escluso l’acquisto di porte, pavimentazioni, tende e tendaggi, altri complementi di arredo.

Gli elettrodomestici nuovi

Gli elettrodomestici nuovi devono, invece, essere di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), come rilevabile dall’etichetta energetica.

L’acquisto è comunque agevolato per gli elettrodomestici privi di etichetta, a condizione che per essi non ne sia stato ancora previsto l’obbligo.

Rientrano nei grandi elettrodomestici i frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre elettriche. Apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici e apparecchi per il condizionamento.

La detrazione

La detrazione va calcolata su un importo di 10.000 euro, comprensivo delle eventuali spese di trasporto e montaggio.

Deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Per avere la detrazione, il pagamento va effettuato con bonifico o carta di debito o credito.

I beneficiari

Può beneficiare della detrazione chi acquista mobili ed elettrodomestici nuovi entro il 31 dicembre 2020 ed ha realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal primo gennaio 2019.

Bonus mobili ed elettrodomestici: a chi spetta e come richiederlo? I vantaggi

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, è possibile fruire di una detrazione del 50% calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Il limite dei 10.000 euro riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle pertinenze, o la parte comune dell’edificio oggetto di ristrutturazione.

Quindi, il contribuente che esegue i lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto più volte al beneficio.

Dal 2018 è necessario comunicare all’Enea gli acquisti degli elettrodomestici per i quali si vuole usufruire del bonus.

Ossia per i forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga, lavatrici, asciugatrici.

Tutte le informazioni sull’invio della comunicazione sono disponibili sul sito dell’Enea, alla seguente  pagina.

Approfondimento

Attenzione a come utilizzare i permessi 104: cosa dice la legge

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.