Bonus di 750 euro adottando un amico a quattro zampe

Il problema dei cani randagi è presente in ogni comune italiano. Allora cosa fare? Si spera nel buon cuore del cittadino. A Casal di Principe, in provincia di Caserta, l’amministrazione comunale ha pensato di dare un bonus di 750 euro adottando un amico a quattro zampe. Ogni Pubblica Amministrazione ha l’obbligo di assicurare il ricovero, la custodia ed il mantenimento dei predetti animali. Purtroppo, non sempre è possibile sia per motivi logistici che economici.

Come funziona questa iniziativa e soprattutto a chi è rivolta

Possono accedere a questo bonus soltanto  i cittadini residenti nel comune casertano. Attualmente il Comune ha in carico oltre 130 animali randagi ricoverati nelle strutture convenzionate. Ogni anno, il Comune, per gli amici a quattro zampe, spende 130mila euro.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Purtroppo bisogna trovare una soluzione, in modo da alleggerire il carico economico sul bilancio. Perciò, ai membri della Giunta è venuta fuori questa idea. I cittadini volenterosi saranno indennizzati con un contributo di 750 euro in tre anni adottando il cane e togliendolo dal canile.

Questa somma verrà riconosciuta a step. Infatti, nel regolamento di adozione è previsto il riconoscimento dei 750 euro in tre rate. Di conseguenza il cittadino prende una prima somma al momento dell’affido, la seconda allo scadere del primo anno e infine l’ultima allo scadere del secondo anno.  Come detto precedentemente, solo i cittadini di Casal di Principe possono ottenere il contributo una tantum.

L’adozione a distanza

Una altra soluzione messa in campo è l’adozione a distanza dell’animale. Questa opportunità è consentita a persone o gruppi. Il cittadino dal cuore grande ma che non ha la possibilità di curare in prima persona il cane, può versare al Comune una somma di minimo 10 euro al mese. E può andare a trovare il suo amico a quattro zampe quando vuole. Infatti, sarà possibile, in accordo con il gestore della struttura, prendere l’animale e fare una passeggiata all’esterno con l’obbligo di averlo sempre a guinzaglio. Un altro modo per prendersi cura dei cani randagi pagando mensilmente una retta. In questo caso va dimenticata la possibilità del bonus di 750 euro adottando un amico a quattro zampe.

Consigliati per te