Bonus acqua 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha accolto la richiesta del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa di prevedere aiuti più consistenti per i percettori di redditi modesti. Dal 1° gennaio scorso sono state apportate modifiche al decreto fiscale 124/2019 con la conseguenza di più ampi margini di sconto sulle bollette idriche. Le agevolazioni sull’importo delle bollette assicurano risparmi non solo sui consumi quotidiani di acqua, ma anche sui servizi di fognatura e depurazione.

In buona sostanza, gli sconti riguardano anche una voce spesa finora non contemplata, cioè quella relativa al trattamento delle acque. Il periodo coperto dal bonus acqua 2020 si estende per 12 mesi dalla data in cui parte l’agevolazione di cui viene fornita comunicazione in bolletta.

Agevolazioni e sconti

Le riduzioni previste sulle bollette di fornitura dell’acqua si attestano attorno al 20-30% e corrispondono alla quantità di acqua necessaria ad personam. L’Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha fissato in 50 litri al giorno il quantitativo utile ai bisogni essenziali. Il che equivale a 18,25 metri cubi di acqua su base annua per ogni membro del nucleo familiare.

Il valore del Bonus Acqua 2020 muta a seconda della Regione di residenza poiché le tariffe idriche non sono uniformi a livello nazionale. L’utente che desideri conoscere l’entità dello sconto in anticipo rispetto all’arrivo della prima bolletta potrà contattare lo Sportello per il consumatore. In linea generale, stando alle simulazioni di calcolo effettuate, il Bonus Acqua 2020 offre ad una famiglia con tre componenti una copertura pari ad un terzo della spesa idrica annua.

Chi ha diritto al Bonus Acqua 2020

L’agevolazione prevista dalla Legge di Bilancio interessa le famiglie con Isee non superiore a 8.265 euro. Nell’evenienza in cui vi siano più di tre figli fiscalmente a carico la soglia sale a 20.000 euro. La vera novità del Bonus Acqua 2020 riguarda la sua estensione ai percettori del Reddito di Pensione e di Cittadinanza, purché il loro Isee non superiori 8.265 euro. Per questi ultimi la richiesta del Bonus potrà essere inoltrata a partire dal 1° febbraio 2020.

Come richiedere il Bonus Acqua 2020

Il modulo per la richiesta del Bonus Acqua è presente sul portale dell’Arera o sul sito www.sgate.anci.it. La domanda consiste in un’autodichiarazione del richiedente e deve essere consegnata al proprio Comune di Residenza o al Caf. In allegato alla domanda occorre presentare un documento di identità, l’attestazione Isee, i dati dei componenti del nucleo familiare. Nel caso di 4 figli fiscalmente a carico, si deve produrre un’attestazione per ottenere un riconoscimento di famiglia numerosa.

Approfondimenti: Bonus affitto 2020: le novità e le condizioni

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.