Bonsai bellissimi e rigogliosi con queste semplici ed economiche cure autunnali 

Il cambio di stagione è un momento molto particolare per tutti. Con l’arrivo del primo freddo il nostro corpo si prepara all’inverno. Stessa cosa succede per le piante che si preparano al periodo di riposo vegetativo. È così che affrontano le basse temperature fino al risveglio primaverile. Per questo motivo i lavori da fare sono tanti. Concimazione, rinvaso, potatura, sono lavori che quasi tutti gli amanti delle piante devono prepararsi a fare.

Anche piante particolari come i bonsai avranno bisogno di cure specifiche. Infatti, in questo periodo i bonsai perdono le foglie per iniziare a rallentare la vegetazione. Per questo le stesse cure estive non vanno più bene. Allora, vediamo come ottenere bonsai bellissimi e rigogliosi con queste semplici ed economiche cure autunnali. Grazie a questi consigli eviteremo di dover pagare un esperto per la cura delle nostre piante. Riguardo all’argomento proponiamo anche la lettura dell’articolo Coltiva il tuo bonsai di avocado casalingo.

Irrigazione e concimazione

Innanzitutto è necessario riportare all’interno i bonsai che avevamo spostato in terrazza o in giardino. Bisognerà posizionarle in un luogo ben illuminato così da sfruttare l’ultimo calore estivo. Vedremo che il terreno della pianta si asciuga più lentamente. Quindi l’irrigazione dovrà essere fatta solo quando il terreno è totalmente asciutto. In aggiunta, iniziamo a bagnare il bonsai adoperando uno spruzzino vaporizzando l’acqua direttamente sulle radici. In questo modo eviteremo i ristagni che sono la causa principale di morte di questo tipo di pianta.

All’irrigazione controllata bisogna accompagnare la concimazione. Fino alla fine di ottobre è necessario usare un concime con alta concentrazione di potassio, una parte di fosforo e una piccola parte di azoto. La tipologia migliore potrebbe essere il tipo NPK 3:10:10. Se utilizziamo concimi organici solidi in pastiglie queste andranno posizionati direttamente nel terreno. In forma liquida, invece, il concime va somministrato ogni 15 giorni diluito in acqua sul terreno già umido.

Bonsai bellissimi e rigogliosi con queste semplici ed economiche cure autunnali

Se il nostro bonsai ha bisogno di un rinvaso, questo è il periodo migliore per farlo. Nelle regioni molto fredde quest’operazione andrà fatta entro metà ottobre. I primi a essere rinvasati sono i pini. Seguono i rinvasi delle piante sempreverdi a fine ottobre primi giorni di novembre. Per le piante caducifoglie bisogna aspettare che siano spoglie di tutte le foglie. Ricordiamoci che il nuovo vaso dovrà essere solo poco più grande del precedente. Per terminare, alcuni bonsai devono essere potati. In questo caso la potatura riguarderà prima le piante sempreverdi, poi con le caducifoglie che, come detto, dovranno aver perso tutta la chioma.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te