Black Friday in arrivo in Borsa?

La storia della Borsa è piena di giornate nere e nello specifico anche di Black Friday.

Non certo buone giornate per chi aveva nelle circostanze i portafogli carichi.

Ottime occasioni per chi si mise a speculare in Borsa al ribasso.

La debolezza sui mercati azionari che si è innestata ieri e che sta proseguendo stamani fa sorgere il dubbio se un nuovo Black Friday stia per concretizzarsi sui mercati azionari.

Una cosa ci sentiamo di escludere: una giornata di quelle da cigno nero con variazioni percentuali negative a doppia cifra.

Ciò perché il livello di liquidità disponibile mai così ingente.

Consigli per investire in modo sicuro

In questi casi per chi è già in posizione sull’azionario le possibilità sono due:

–  se investito di lungo termine chiudere gli occhi non fare nulla e attendere che la burrasca, passeggera, sia passata e incrementare gli acquisti .

– valutare le azioni su cui si sono realizzati maggiori guadagni e sfoltire il portafoglio per ricreare un po’ di liquidità.

Per chi invece è fuori dal mercato la situazione suggerisce uno stand-by prima di ricominciare a comprare azioni in Borsa.

Oggi giornata decisiva dopo le chiusure americane

In concreto saranno le chiusure americane di stasera a chiarirci in modo molto netto se, salvo inusuali colpi di coda, ci avviamo davvero al quel Black Friday che sui mercati azionari manca da anni.

Anche se lo ribadiamo, a livelli di percentuali negative sui listini azionari, al massimo ci attendiamo un Grey Friday con cali tra l’1,70% e il 2,90% nell’ipotesi peggiore.

Nulla in confronto a certi disastrosi venerdì del passato.

I crack della storia della Borsa

I due casi più clamorosi sono quelli del 1929 e il più recente 2007.

Non tanto per le percentuali di perdita in singole sedute, pure rilevanti, quanto per il protrarsi dei periodi di negatività sui mercati azionari.

Ma vi sono state altre giornate nere come il black Monday del 1987 determinato da una crisi sugli Emerging markets fino al disastro delle Torri gemelle.

Nel 2001 addirittura le Borse (dopo l’attentato dell’11 settembre) vennero chiuse e per alcuni giorni non fu possibile a acquistare e vendere azioni.

Lo ribadiamo nulla di tutto ciò  è nelle nostre attese attuali.

Ciò non toglie che agli albori di un potenziale ribasso  di qualche punto percentuale acquistare i ribassi del mercato azionario è “giochino” da seguire step by step.

Strategia per fare buoni affari in Borsa

I margini di ribasso da qui a venerdì non sono, in ambito probabilistico, rilevanti.

In ogni caso se Black Friday sarà in Borsa, gli acquisti migliori si faranno presumibilmente nell’avvio della settimana successiva, ciò se il ribasso tirerà dritto.

Viceversa se dopo una chiusura negativa di quest’ottava lunedì partirà una mini-ripresa, i prezzi più interessanti per acquistare azioni li vedremo dopo la metà della settimana prossima.

Oggi scade un setup annuale di Proiezionidiborsa e va valutato con attenzione senza escludere nessuna ipotesi anche quella di inizio di un ritracciamento rilevante per un paio di settimane.

Per il momento il ritracciamento di stamani non andrà “visto” come occasione di acquisto e  per nuovi ingressi al rialzo ma bisogna attendere.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.