Bisogna sciacquare il riso prima di cucinarlo?

Bisogna sciacquare il riso prima di cucinarlo? Il riso è un alimento sano e versatile che si presta a infinite ricette, dalle più semplici alle più ricercate. Ciascuna prevede differenze anche nel metodo di cottura, che può inoltre variare in base alla qualità di riso scelta. Capita talvolta di ricevere la raccomandazione di lavare i chicchi sotto l’acqua prima di cuocerli. Ma perché dovremmo sciacquare il riso? Ecco i consigli dei nostri esperti di cucina.

A cosa serve lavare il riso?

Lavando i chicchi di riso abbiamo due vantaggi: eliminiamo la polvere e le impurità, ma anche l’amido in eccesso. Eliminare parte di amido rende i chicchi più leggeri e staccati, evita che diventino appiccicosi durante la cottura.
Ridurre l’amido è inoltre utile per chi soffre di reflusso o acidità, o per chi segue una dieta a basso indice glicemico.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ora si usa poco, ma quando il riso si acquistava sfuso, setacciarlo e lavarlo era fondamentale per non includere sassolini e sporcizia nelle ricette. Con il riso confezionato questo problema è minore e un veloce risciacquo può essere sufficiente.

Come lavare il riso? Si mettono i chicchi in un colino, o uno scolapasta con fori abbastanza stretti. Lo posizioniamo nel lavabo, preferibilmente sopra una pentola. Cominciamo a sciacquare con acqua fredda, muovendo il riso per arrivare dappertutto. Se si vuol rimuovere il più possibile l’amido, si dovranno effettuare più risciacqui, finché l’acqua di scarto non sarà limpida.

Bisogna sciacquare il riso prima di cucinarlo? Dipende dalla ricetta.

Eliminare l’amido in eccesso che ricopre i chicchi lo rende morbido e leggero. Questo stratagemma aiuterà in tutte le ricette che richiedono chicchi ben staccati.  Lavare il riso è però sconsigliato per quanto riguarda alcune ricette, prime fra tutti i risotti. Per ottenere la cremosità di un buon risotto, l’amido è infatti fondamentale.  Per realizzare un risotto a regola d’arte è bene scegliere le varietà adatte, come arborio e carnaroli, e non risciacquare i chicchi. Meglio lavarli, invece, quando si vuol preparare un’insalata di riso o un contorno all’orientale. In generale, il risciacquo serve quando si vuole evitare che i chicchi risultino appiccicosi.

Alcune varietà di riso e relative ricette tipiche saranno aiutate dal risciacquo. Tra queste il riso basmati, thai e jasmine, ma anche il riso nero e quello rosso.

Consigliati per te