Birra e vino sono delle bevande molto comuni nella vita quotidiana ma pochi sanno che questi sono gli effetti incredibili dell’alcool sul cervello umano

Il cervello umano è un organo fantastico. Dopo anni e anni di studio conserva ancora un alone di mistero.

Di sicuro esso è il depositario di ogni informazione che attiene alla nostra vita. L’autocontrollo e l’intelligenza non sono le sue uniche funzioni. I magazzini della memoria a breve e a lungo termine si trovano fra le connessioni neurali. I muscoli si muovono grazie alle sinapsi. L’apparato fonatorio è controllato a livello centrale. Anche le emozioni provengono da questo ganglio stupefacente.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

È compito dell’essere umano preservarlo in ogni modo. La prevenzione è l’arma più potente nelle nostre mani. Ma bisogna scongiurare diverse insidie. Birra e vino sono delle bevande molto gustose e comuni nella vita quotidiana ma pochi sanno che questi sono gli effetti incredibili e potenti dell’alcool sul cervello umano.

Con l’alcol non bisogna mai esagerare

Ormai si sa che l’alcol è una sostanza di abuso in piena regola. Non è poi molto differente dall’eroina o dalla cocaina. Contrariamente a queste due droghe, l’alcol si può consumare anche al bar. Il suo uso ricreativo è socialmente accettato. Ma è importante non esagerare. Il limite fra goliardia e dipendenza è abbastanza sottile.

Per alcolismo si intende una situazione di uso spropositato di tale sostanza. Spesso ci si trova nella condizione di intossicazione. Quasi quotidianamente si consumano bevande alcoliche in grande quantità. I problemi a cui si va incontro sono molteplici. A cominciare dalle malattie cardiovascolari fino ad arrivare a tumori e malattie al fegato.

Birra e vino sono delle bevande molto comuni nella vita quotidiana ma pochi sanno che questi sono gli effetti incredibili dell’alcool sul cervello umano.

Intossicazione e patologie neurologiche

L’alcol può essere una vera e propria calamità per il cervello umano. All’inizio si ha euforia e voglia di fare. Con il tempo e con i centilitri, però, si perde la coordinazione e il giudizio e la facoltà di articolare le parole.

L’alcol, inoltre, agisce su particolari recettori cerebrali. Di conseguenza non si riesce a formare il ricordo. La memoria ne risente pesantemente. Si può arrivare fino al coma e al delirium tremens.

Nei casi più gravi, infine, si hanno danni cerebrali gravi come la morte neuronale. La Sindrome di Korsakoff è associata all’abuso cronico.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te