Bere un drink prima di mettersi alla guida cosa potrebbe comportare?

Talvolta, si ci trova ad andare a delle feste o ad uscire di casa e ci vengono offerti uno o più drink. Allora ci si chiede: “bere un drink prima di mettersi alla guida cosa potrebbe comportare?”. Ebbene, occorre precisare che, a causa degli incidenti ed investimenti mortali, dovuti proprio all’uso di alcol, negli ultimi anni, si è registrato un inasprimento delle sanzioni. Sicchè, la minaccia di sanzioni severe e i controlli che vengono effettuati ai posti di blocco, dovrebbero fungere da deterrente. Tuttavia, spesso chi si mette alla guida dell’auto, dopo aver bevuto il drink, non è pienamente consapevole delle proprie condizioni.

Pertanto, può essere utile munirsi di un kit per fare, autonomamente, il controllo dell’alcol presente nell’organismo, prima di mettersi alla guida del veicolo. Anche i locali, per legge, si sono dovuti attrezzare in tal senso. Infatti, ristoranti, pub e similari, che chiudono dopo la mezzanotte, devono offrire ai clienti detti kit per effettuare il test. Inoltre, è previsto che all’ingresso, all’interno del locale e all’uscita vengano affisse delle tabelle informative.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Quali sono le sanzioni

Il Codice della Strada, art. 186, prevede una serie di infrazioni per chi guida sotto l’influenza dell’alcol. Quindi, dopo che l’automobilista è stato sottoposto al test, se viene rilevato un tasso alcolemico superiore alla soglia prevista dalla legge, gli sarà comminata una sanzione. Quest’ultima sarà tanto più elevata, quanto più alto è il tasso di alcol riscontrato. C’è, tuttavia, un limite fino al quale non sussiste nessuna infrazione, che è quello pari a 0,5 gr./l. Superato questo livello, le infrazioni sono divise in scaglioni. Quindi, nel caso in cui l’alcol nel sangue sia superiore a 0,5 gr./l. e non superiore a 0,8 gr./l, la sanzione pecuniaria va da 500 a 2.000 euro.

Pene accessorie

Inoltre, vi sarà la pena accessoria della sospensione della patente, per un periodo da 3 a 6 mesi. Se il tasso di alcol riscontrato supera gli 0,8 gr./l. e non è superiore a 1,5 gr./l., è previsto l’arresto fino a sei mesi. Inoltre, si avrà l’ammenda da 800 a 3.200 euro e la sospensione della patente di guida, da 6 mesi ad 1 anno. L’ammenda, poi, sarà aumentata da un terzo alla metà, se il fatto sia stato commesso dopo le ore 22 e fino alle 7 del mattino. In questo caso, ricorrerà anche il reato per guida in stato di ebrezza. La situazione, infine è ancor più grave se il tasso di alcol nel sangue è superiore a 1,5 gr./l. In tal caso, la pena consiste nell’arresto da 6 mesi a 1 anno e nell’ammenda da 1.500 a 6.000 euro.

A ciò aggiungasi la sospensione della patente da 1 a 2 anni. Inoltre, se il fatto è commesso tra le 22 e le 7 del mattino, l’ammenda è aumentata, anche in questo caso, da un terzo alla metà. Vi sono, poi, conseguenze ancora più gravi qualora il veicolo appartenga ad una persona diversa da quella che ha commesso l’infrazione. In tal caso, la durata della sospensione della patente di guida, subisce un  raddoppio. A seguito della condanna, inoltre, viene eseguita la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato. Queste sono le spiacevoli conseguenze della guida sotto l’effetto di alcol, con ciò rispondendo alla domanda iniziale e cioè: “bere un drink prima di mettersi alla guida cosa potrebbe comportare?”

Consigliati per te