BCE: il rafforzamento dell’euro non è di aiuto

VIENNA (Reuters) – Il recente rafforzamento del tasso di cambio dell’euro nei confronti del dollaro “non è d’aiuto”. Lo ha detto il consigliere della Banca centrale europea Ewald Nowotny, rispondendo ad una domanda sull’argomento.

Parlando ai giornalisti a Vienna, Nowotny, governatore della banca centrale austriaca, ha aggiunto che la Bce non ha un target per il cambio ma monitorerà l’evolversi della situazione.

L’euro si è apprezzato del 4% sul dollaro negli ultimi tre mesi e al momento passa di mano ad un livello superiore del 4,5% a quello incorporato nelle proiezioni macroeconomiche della Bce diffuse a dicembre.

Consigliati per te