BCE cosa attendere dal meeting? Sorprese in vista?

Oggi entriamo nella settimana che ci porterà al meeting della BCE.
La domanda è  quali effetti avrà sui mercati ed economia questa riunione?
La BCE, ben consapevole delle criticità che il ciclo economico europeo che ormai coinvolgono anche i Paesi forti come la Germania, si farà trovare pronta ad intervenire rapidamente?

Necessario un cambio di politiche anche da parte della Commissione UE

La politica economica certosina e parsimoniosa di questi anni non ha funzionato.

Di concerto con la commissione UE, le due istituzioni apicali dell’Europa hanno mantenuto un profilo di austerity che alla prova dei fatti non ha funzionato.

Il riferimento della disoccupazione

Se prendiamo a riferimento i dati occupazionali che sono la base di ogni ciclo economico virtuoso troviamo che nessun Paese ha migliorato la situazione rispetto ai periodi ante Unione Europea.

Ed in alcuni casi il peggioramento è stato pesantissimo.

Il confronto con gli USA

Limitando tra UE e USA l’analisi al periodo post crisi sub-prime, emerge un confronto impietoso.

E’ facile verificare come ne sono usciti brillantemente gli Stati Uniti mentre invece l’Europa, ora di nuovo in crisi, in realtà non abbia mai veramente spiccato il volo.

Gli Stati Uniti, grazie a un combinato di iniziative espansive della FED e del Governo, stanno tuttora vivendo un ciclo economico in grado di abbattere record occupazionali e di crescita vecchi di decenni.

La parsimoniosa Europa invece vive costantemente in affanno e con l’assillo che da un momento all’altro anche qualche grande nazione possa incamminarsi sulla strada della Grecia…

E non stiamo parlando soltanto dell’Italia…

BCE è ora di cambiare ma…

Per questi motivi sarebbe ora di vedere in azione una BCE pronta al cambiamento. Per esempio passaggio fondamentale sarebbe vedere una BCE pronta a rilevare almeno parte degli asset tossici dai portafogli delle banche, come fatto dalla FED negli USA.

Purtroppo questa ipotesi, che potrebbe risultare risolutiva per una decisa accelerazione della ripresa, la vediamo realizzarsi al 10/15 % di probabilità.

Ancora meno probabile è che la BCE decida, sul vincente modello britannico, di agire direttamente nel finanziamento di famiglie ed aziende.

Per ora TLTRO e poco più

Nella norma mercoledì ci aspettiamo nell’ordine:

– la conferma dei tassi a zero;

– la conferma del TLTRO per settembre (vale a dire un’ ondata di finanziamenti alle banche a tasso zero…o anche meno);

– tante belle parole sulla disponibilità ad intervenire in caso di necessità…

Ma la vera domanda è con la disoccupazione in crescita quasi ovunque, i dati macroeconomici UE in contrazione anche pesante, quando mai sarà riconosciuto questo stato di necessità da parte della BCE?

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.