Batteri e virus potrebbero proliferare negli alimenti e diventare pericolosi commettendo questo errore

Mangiare è indubbiamente uno dei più grandi piaceri della vita e basta davvero poco per farlo in modo eccellente in casa. Infatti grazie a piccoli segreti è possibile assicurarsi delle vere e proprie leccornie, senza essere necessariamente grandi chef. Tuttavia, dovremmo porre attenzione ad alcune leggerezze che talvolta vengono commesse nelle preparazioni o nella conservazione degli alimenti che potrebbero diventare una fonte di rischio. Ad esempio non i grassi in cucina ma questi banali errori sarebbero davvero pericolosi per la salute. Altrettanto importante, sarà la modalità di conservazione di alcuni alimenti, specie se questi sono congelati.

Nel corso dell’articolo cercheremo di dare risposta ad una domanda che spesso ci poniamo ma su cui ancora facciamo parecchia confusione: ricongelare alimenti già scongelati è pericoloso?

A dare rilievo alla questione è addirittura l’Istituto Superiore di Sanità, a conferma del fatto che questo non sia un tema da prendere sottogamba.

Via i dubbi

Senza troppi giri di parole cominciamo subito snocciolando quale siano le corrette modalità di conservazione. Un prodotto scongelato può essere ricongelato solo una volta cotto, mentre è assolutamente errato farlo in assenza di questo passaggio. Infatti, batteri e virus potrebbero proliferare negli alimenti e diventare pericolosi commettendo questo errore.

Gli alimenti crudi contengono naturalmente agenti patogeni che vengono uccisi tramite la cottura e non tramite il congelamento.

Conservare alimenti in freezer a -18° interrompe la moltiplicazione di microbi che, però, possono riattivarsi e moltiplicarsi nel momento dello scongelamento. Questo vuol dire che ricongelare un prodotto scongelato potrebbe rivelarsi molto pericoloso aumentando la carica batterica. Dunque un alimento si ricongela solo ed esclusivamente una volta cotto.

Come scongelare correttamente

L’Istituto Superiore di Sanità prosegue, poi, fornendo le dovute indicazioni per un adeguato scongelamento. Per i prodotti congelati della grande distribuzione è opportuno seguire le indicazioni in etichetta. Mentre, per quanto riguarda carne, pesce e verdure, questi dovranno essere scongelati in frigorifero o in forno microonde. È possibile anche scongelare gli alimenti a bagnomaria, cambiando l’acqua ogni 30 minuti. Infine, è sconsigliato scongelare il cibo direttamente dentro l’acqua o lasciarli scongelare a temperatura ambiente. Nel primo caso avremo un’abbondante perdita di nutrienti, nel secondo potremmo rischiare di contaminare il cibo e aumentarne la carica batterica.

Batteri e virus potrebbero proliferare negli alimenti e diventare pericolosi commettendo questo errore

Seguendo questi piccoli accorgimenti, avremo modo di consumare alimenti più sicuri per noi e per la nostra famiglia.

Approfondimento

Più di carne rossa e latticini è questo alimento killer che scatena il cancro al colon

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te