Bastano queste poche e semplici azioni per allontanare gli acari e allungare la vita al materasso

Il riposo è fondamentale in ogni stagione dell’anno, per arrivare freschi e pieni di energie alla mattina successiva. Un materasso comodo e sicuro è indispensabile per dormire come ci piace, ma mantenerlo in buono stato non è così scontato. L’usura e la scarsa pulizia possono rovinarlo irrimediabilmente. Il tutto porterà a un riposo meno comodo e poco igienico. Di conseguenza, la decisione finale non sarà che quella di gettarlo nell’immondizia precocemente.

Per tenerci stretto il nostro materasso il più a lungo possibile in realtà basta poco. Dovremmo solamente integrare nella nostra routine delle piccole azioni che ci permetteranno di godercelo per più tempo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Il nemico silenzioso che si nasconde sotto le coperte

Gli accorgimenti che offriremo non serviranno solamente a rendere migliore il nostro sonno. Infatti, provvederanno anche a liberare il materasso dall’eventuale presenza di ospiti a dir poco sgraditi: gli acari. Questi animaletti invisibili a occhio nudo prendono di mira le parti del letto senza che ce ne accorgiamo, nutrendosi dei resti di pelle e capelli.

Gli acari della polvere, in particolare, sono causa di allergie e irritazioni che possono rendere davvero insopportabile l’esperienza a letto. Una pulizia costante della camera è fondamentale per tenerne sotto controllo il numero. L’aiuto iniziale ce lo può, però, offrire la giusta prevenzione.

Bastano queste poche e semplici azioni per allontanare gli acari e allungare la vita al materasso

Sono davvero poche le regole che dobbiamo adottare non solo per tenere lontani gli acari, ma anche avere un materasso più duraturo. La prima cosa da fare, ogni qualvolta si fanno le pulizie in camera, è quella di arieggiare. Non si intende solo la stanza, ma appunto anche il materasso. Facciamogli prendere un po’ d’aria per almeno un’ora ogni giorno, sia in estate che in inverno. Se dormiamo in un letto a contenitore, possiamo tenerlo alzato.

In alternativa, lasciamo momentaneamente il materasso su un appoggio che gli permetta di respirare. Soprattutto se quello in nostro possesso non è traspirante. Durante la pulizia, invece, non ricorriamo a strumenti a vapore. Questo perché gli acari adorano gli ambienti umidi e non faremmo altro che attirarli.

Per una maggiore igiene utilizziamo, infine, un coprimaterasso. Ovviamente, anche questo dovrà essere lavato con costanza. Mettiamolo in lavatrice ogni 2 mesi a una temperatura di 60 gradi, per eliminare le tracce di allergeni. Bastano queste poche e semplici azioni per allontanare gli acari e allungare la vita al materasso.

Rinnoviamo il letto quando necessario

Per aumentare le nostre probabilità di “vittoria” sugli ostinati acari, ci converrebbe procedere alla sostituzione regolare di materasso e guanciale. Il consiglio, in questo caso, è di cambiare circa ogni 7 anni il primo, non superiamo, invece, il biennio per il cuscino. Preferiamo prodotti per dormire che siano traspiranti e anti-allergeni, come quelli in lattice.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te