Bastano due comunissimi ingredienti per una straordinaria crema abbronzante fatta in casa

È finalmente arrivato il momento di uscire di casa e stare un po’ al sole, coricati in spiaggia, tra una nuotata e l’altra. Sempre non dimenticandoci di tornare sotto l’ombrellone ogni tanto, perché il sole può portare anche lati negativi. A questo proposito, Lo Staff di ProiezionidiBorsa cerca sempre di dare i consigli giusti per la tutela della salute. Qualche tempo fa ad esempio abbiamo indicato come modificare la propria dieta possa aiutare contro i colpi di calore.

Oggi invece cerchiamo di capire come abbronzarsi meglio senza spendere molti soldi. Infatti, arrivare alla fine dell’estate con una bella abbronzatura è sempre un bel vanto, e ci permette di rendere invidiosi i nostri amici.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Insomma, cerchiamo metodi casalinghi per una pelle più abbronzata. Vedremo che bastano due comunissimi ingredienti per una straordinaria crema abbronzante fatta in casa.

Ecco che cosa ci serve

Iniziamo ricordando che i prodotti che si trovano nei negozi funzionano molto bene, quindi chi è intenzionato a spendere soldi per una crema abbronzante può farlo tranquillamente.

Chi invece vuole risparmiare senza rinunciare ad una bella abbronzatura sarà interessato a trovare soluzioni fai da te.

Bastano due comunissimi ingredienti per una straordinaria crema abbronzante fatta in casa

Procuriamoci innanzitutto una crema idratante per la pelle, di qualunque marca va bene. Ora aggiungiamo il nostro ingrediente segreto, ovvero la polvere di cacao. Possiamo acquistarla in tanti negozi, e anche online si trova senza problemi.

La preparazione è rapidissima, basta mettere due parti di crema e una di cacao e mischiare tutto accuratamente. Aiutiamoci con una frusta per rendere il preparato più uniforme e senza grumi. Abbiamo così ottenuto la nostra crema, da applicare un paio di volte a settimana per avere risultati sorprendenti.

Non si tratta però di un preparato a lunga conservazione, e se non viene consumato entro quattro o cinque settimane va buttato. Quindi cerchiamo di usare le dosi giuste per evitare sprechi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te